Venerdì 08 Novembre 2013

Remer in grande emergenza

Ma ci vuole un blitz a Ferrara

link

A volte l’emergenza-formazione produce effetti positivi smentendo drasticamente le avverse previsioni della vigilia. È ciò che si auspica la Remer che domenica a Ferrara (ore 18) dovrà rinunciare al monumentale Tomaso Marino per infortunio e all’Usa Navor Gadson, volato in patria per l’aggravarsi delle condizioni di salute della mamma.

Due assenze, in ogni caso, importanti per di più contro avversari che condividono, con altri quattro team, la vetta dela classifica della terza divisione nazionale. Si spera, comunque, nella reazione degli altri componenti dell’organico a cominciare dai sostituti degli assenti, rispettivamente Alessandri e in un certo qual modo Idheodha.

Chiamato, inoltre, a minutaggi maggiori sarà Flaccadori, il talentuoso diciassettenne regista sin qui utilizzato col contagocce. Da sottolineare, poi, che Ferrara, al di là dello scettro del comando nel girone, è privo di individualità di spicco e vanta solo un paio di punti in più della Remer.

In altre parole, anche senza l’apporto di pedine importanti, quali Marino e Gadson, l’orfana Remer, se in serata di vena, potrebbe rientrare a Treviglio con la preziosa posta in palio. In tal caso la squadra di coach Adriano Vertemati riprenderebbe la marcia vincente dopo il clamoroso flop di domenica scorsa al PalaFacchetti contro il modesto e, a sua volta, incerottato Mantova. Ferrara, viceversa, è reduce dal ko esterno inferto al Firenze (73-58).

VIVIGAS A COSTA VOLPINO - IN ARRIVO IL PORDENONE

Con il morale a mille il quintetto dell’Alto Sebino ospiterà domenica, alle 18, dopo aver messo in ginocchio il temuto Treviso, il Pordenone. In particolare toccherà al premiato terzetto Becerra, Guerci e Planezio (in ordine alfabetico) trascinare i compagni al secondo successo di fila, nel torneo di quarta serie. Non mancherà, inoltre, il solito contributo dei supporter dagli spalti. Sulla panchina di Pordenone c’è Cece Ciocca, valido ex tecnico, per più stagioni, del Treviglio.

COMARK A CASTIGLIONE CON L’ACQUISTO GOTTI

Comark con l’obbligo del classico blitz, sabato alle 21, a Castiglione bolognese. A disposizione di coach Michele Pasqua pure il neorinforzo Claudio Gotti, pivot di 203 centimetri, scuola Blu Orobica. Con questo ingaggio la potenzialità della Comark assume proporzioni ulteriormente invidiabili. A questo punto sarà ancor più difficile da parte di qualcuno sostenere che l’organico non dovrà rigorosamente ambire alla promozione diretta.

Arturo Zambaldo

© riproduzione riservata