Martedì 05 Agosto 2014

Remer sempre più primavera

Con l’arrivo del lungo Slanina

Adriano Vertemati Coach Remer
(Foto by Zanetti Foto)

Con l’ufficialità dell’ingaggio (da noi anticipato da un paio di settimane) del diciannovenne ProsoKopo Slanina (207 centimetri di altezza) la Remer affronterà il suo ventunesimo campionato di terza categoria con un roster, palpabilmente, «primavera».

Addirittura sette i giocatori tra i 19 e i 20 anni di età. Unico trentenne, o meglio trentatreenne capitan Rossi, a seguire Marino (28) e Marusic (25). A rosa ormai completamente definita è da ragazzi delinearne il quintetto con maggiori minuti di impiego. Rossi, Marino, Kynzlink, Gaspardo (Marusic) e Carnovali.

In panchina Sabatini, Slanina, Turel e un paio di altri baby pescati, come ogni estate, dalla consociata Blu Orobica. Inevitabile non ricordare gli importanti addii dei collaudati Alessandri, Ihedioha, Krstovic e Borra. Ai quattro aggiungiamo la perdita del talentuoso Flaccadori, ad un passo dalla titolata Varese. Da rispettare la strategia di ringiovanimento della dirigenza favorita o se preferite stimolata dalle recenti norme che parlano di tredici team immessi, al termine della regular season, nella divisione superiore. In altre parole con il prevedibile abbassamento di qualità del prossimo torneo più o meno le sedici formazioni del girone non sono portate a infoltirsi di pedine di adeguato spessore, inteso nel più ampio senso del termine.

Non a caso la stessa Remer anzichè acquistare un giocatore americano, degno del nome, ha optato per Slanina (in forza al Biella) dalle prospettive lusinghiere ma difficilmente in grado di imporsi da un momento all’altro. Come nelle precedenti tre stagioni sportive a coach Adriano Vertemati il coraggioso compito di amalgamare un gruppo con atleti di provenienza differente al di sopra del cinquanta per cento. Buon lavoro, mi raccomando!

Arturo Zambaldo

© riproduzione riservata