Sci, non riesce la grande rimonta Goggia solo 17esima, Bassino seconda

Sci, non riesce la grande rimonta
Goggia solo 17esima, Bassino seconda

Nella seconda manche la campionessa bergamasca ha fatto un errore sul muro finale e ha compromesso quella che poteva essere una grande rimonta. Sul podio dopo l’immensa Shiffrin è arrivata Marta Bassino, quarta la Brignone che mantiene la leadership in classifica di specialità.

Sofia Goggia guadagna sette posizioni e chiude diciassettesima nonostante un grosso errore nella parte finale che le ha negato la possibilità di una grande rimonta nel Gigante di Lintz in Austria, vinto da Mikaela Shiffrin ha vinto. La fuoriclasse statunitense ha confermato il primo posto maturato al termine della prima manche facendo segnare il tempo di 2’07”31; al secondo posto c’è Marta Bassino, che replica il podio di Killington chiudendo a +1”36 dalla campionessa americana.

Sul gradino più basso del podio finisce l’austriaca Katharina Liensberger (+1”82), otto centesimi meglio di Federica Brignone, quarta al traguardo.

Nella discesa maschile di Bormio, domina Dominik Paris che balza in vetta anche alla Coppa del Mondo di sci generale con 449 punti, 55 in più del norvegese Aleksander Aamodt Kilde. L’azzurro, dopo il successo di ieri, concede il bis chiudendo con il crono di 1’55”37. Dietro di lui, a sorpresa, lo svizzero Urs Kryenbuehl, che termina a soli 8 centesimi. Sul gradino più basso del podio lo svizzero Beat Feuz staccato di 26 centesimi. Con questa vittoria Paris vola in testa alla classifica generale.

Questo l’ordine di arrivo della discesa libera di Bormio valevole per la Coppa del Mondo di sci alpino maschile 2019/2020:

1. Dominik Paris (Ita) in 1’55”37 2. Urs Kryenbuehl (Sui) a 0”08 3. Beat Feuz (Sui) a 0”26 4. Aleksander Aamodt Kilde (Nor) a 0”73 5. Matthias Mayer (Aut) a 0”84 6. Niels Hintermann (Sui) a 0”88 7. Johan Clarey (Fra) a 1”09 8. Adrien Theaux (Fra) a 1”44 9. Maxence Muzaton (Fra) a 1”53 10. Vincent Kirechmayr (Aut) a 1”61

20. Mattia Casse (Ita) a 2”48 24. Matteo Marsaglia (Ita) a 2”76 29. Emanuele Buzzi (Ita) a 3”16 31. Peter Fill (Ita) a 3”41 35. Florian Scheider (Ita) a 3”60

«Non ci sono più aggettivi per definire ’sua maestà’ Dominik Paris!”: così il presidente della regione Lombardia commenta epica vittoria dell’azzurro Dominik Paris nella discesa sulla pista Stelvio di Bormio. «Anche oggi, con una prestazione sontuosa, si conferma padrone assoluto della pista Stelvio, bissando il successo nella discesa libera di Bormio. Veder scendere Paris con il pettorale ’griffatò con la Rosa Camuna della Regione Lombardia - conclude Fontana - rende ancora più belli questi trionfi!».


© RIPRODUZIONE RISERVATA