L’Atalanta: «Sconcertati e scioccati» Le condoglianze della Uefa per Astori

L’Atalanta: «Sconcertati e scioccati»
Le condoglianze della Uefa per Astori

Anche Atalanta-Sampdoria, prevista per domenica 4 marzo, non si è disputata come tutte le partite di serie A e B.

«Il Presidente Antonio Percassi e tutta la famiglia Atalanta, sconcertati e scioccati, partecipano con commozione e vivo cordoglio al dolore della famiglia Astori e dell’ACF Fiorentina per la tragica e prematura scomparsa di Davide Astori». Così in una nota l’Atalanta. «Capitano della Fiorentina, Davide, bergamasco di nascita, ha vestito per tanti anni la maglia della nazionale italiana. Alla famiglia Astori e all’ACF Fiorentina le più sentite condoglianze da parte di tutta l’Atalanta Bergamasca Calcio».

Nel pomeriggio la partita dell’Atalanta contro la Sampdoria delle 15 non si è disputata così come tutti i match di serie A in segno di lutto. Si ferma anche la Serie B per la morte di Davide Astori. La Lega del torneo cadetto ha deciso di rinviare i posticipi della 29/a giornata, due gare in programma domenica 4 marzo, Avellino-Bari e Carpi-Venezia, e una lunedì, Foggia-Empoli. Si ferma anche il basket.

Cordoglio anche dalla Uefa: «La Uefa esprime le più sentite condoglianze alla famiglia e agli amici del capitano della Fiorentina e nazionale italiano Davide Astori, scomparso tragicamente la scorsa notte». Lo ha scritto, su Twitter, il massimo organismo europeo del calcio.

Le parole anche del patron dell’Udinese, Giampaolo Pozzo, sul sito dell’Udinese Calcio: «Scrivo come patron dell’Udinese, come tifoso di calcio e, soprattutto, come padre. Sono profondamente colpito dalla notizia della morte di questo giovane e, con me, tutta la mia famiglia e l’Udinese Calcio piangono Davide Astori. Siamo vicini ai suoi cari, alla Fiorentina tutta, ai suoi tifosi, agli sportivi». «Oggi - aggiunge - piangiamo assieme Davide Astori, ci fermiamo in segno di rispetto e affetto. Quando torneremo ad allenarci e a giocare a calcio lo faremo anche per lui, per tenere vivo il suo ricordo e per dare ancora maggiore valore a questo sport che deve saper unire, dare forza, ispirare le persone. Un grazie ai tifosi per essere con noi, ai media che racconteranno con pudore e rispetto questa triste notizia»


© RIPRODUZIONE RISERVATA