Martedì 29 Novembre 2011

Torna «La scuola allo stadio»
Gli istituti coinvolti sono già 21

Atalanta e mondo della scuola, un binomio che prosegue da 11 anni. Nella sala vip dello stadio Atleti Azzurri d'Italia è stata presentata martedì mattina l'undicesima edizione dell'iniziativa rivolta ai giovani, «La scuola allo stadio», al via dal prossimo 1° marzo con 21 scuole della provincia che hanno già confermato la loro presenza.

A fare gli onori di casa è stato il dg nerazzurro Roberto Spagnolo, accompagnato dal giocatore Simone Padoin, e dal numero uno del settore giovanile atalantino Mino Favini. Il numero 22 atalantino, prodotto del vivaio nerazzurro, ha ricordato proprio il suo buon rapporto con il mondo della scuola. L'interesse che la società atalantina nutre nei confronti della scuola per la crescita dei propri ragazzi è stato rimarcato anche dallo stesso Favini.

L'iniziativa, riconosciuta dal Ministero dell'Interno e sostenuta dallo sponsor atalantino Axa Assicurazioni, è stata infatti promossa fin dagli esordi dalla psicopedagogista della società, Lucia Castelli, e da Stefano Bonaccorso, responsabile dell'attività di base atalantina. Dal suo arrivo alla massima dirigenza atalantina, il presidente Antonio Percassi ha voluto potenziare e rafforzare l'idea, rendendola ancora più interessante e coinvolgente per i ragazzi.

Come nella passata stagione anche nel corso di quest'annata sarà «Atalanta», il personaggio del Mondo Atalanta, ad aiutare i ragazzi attraverso il «quaderno di viaggio» a comprendere meglio il mondo del calcio, orientandoli verso uno stile di vita sano e invitandoli a scoprire forme di tifo allegro e corretto.

Qualche considerazione numerica. Nelle sue prime dieci edizioni «La scuola allo stadio» ha coinvolto 11978 alunni e 800 insegnanti di 571 classi in rappresentanza di 224 istituti scolastici, oltre a 112 studenti universitari. Le iscrizioni sono ancora aperte e al momento hanno già aderito 1112 studenti e 110 insegnati per complessive 53 classi di 21 scuole. Restano ancora pochi posti a disposizione.

Simone Masper

a.ceresoli

© riproduzione riservata