Vicenza bestia nera della Foppa Bruciante sconfitta al Palanorda

Vicenza bestia nera della Foppa
Bruciante sconfitta al Palanorda

Finisce come un girone fa: con la Foppapedretti che spinge forte in avvio, si porta avanti, si fa raggiungere. E sorpassare. Fino a vedere Vicenza conquistare la vittoria in quattro set. Passo falso casalingo per le rossoblù.

Per l’occasione, riprende posto in attacco Celeste Plak, al fianco della compagna di reparto Gennari, della regista Lo Bianco, delle centrali Frigo e Aelbrecht, dell’opposto Barun e del libero Cardullo. Vicenza risponde con Kitipova, Cella, Popovic, Carter, Partenio, Wilson e il libero Lanzini.

La Foppapedretti ha una sconfitta da vendicare, quella del match di andata in Veneto, l’Obiettivo Risarcimento è a caccia di punti per uscire dalla zona calda della classifica. Si riparte da dove si era rimasti a Novara, sull’onda dell’entusiasmo per la vittoria nei quarti di Coppa Italia: Katarina Barun attacca con la stessa implacabile potenza e le vicentine si trovano sotto 12-4 al time out tecnico. Partenio guida la reazione veneta, ma fermare Barun sembra davvero impossibile: è 25-13, grazie alle 8 palle su 10 messe a terra dalla schiacciatrice croata, al 75% realizzativo di Freya Aelbrecht e al 43% di Alessia Gennari.

Secondo set e la Foppapedretti riparte con la stessa determinazione. Vicenza prova il cambio in regia inserendo Prandi e risale lentamente. Sul 17-14 per le rossoblù Sylla prende il posto di Plak, ma Wilson continua ad arginare gli attacchi delle padrone di casa e Vicenza arriva alla parità sul 21-21. Si viaggia con un botta e risposta fino all’attacco fuori di Vicenza che porta al 24-22 per la Foppapedretti. Partenio annulla con un pallonetto la prima palla set e l’ace di Carter riporta la parità. I diagonali di Barun e Cella e un muro di Lo Bianco infiammano la sfida, un attacco di Carter regala il primo set ball a Vicenza che non si lascia sfuggire l’occasione e con Partenio sigla il 30-28 che riporta la gara in parità.

E via di nuovo: torna Plak in attacco, Paggi dà il cambio a Frigo e mette subito a terra due palle vincenti. Ma Vicenza non si lascia intimorire: con Popovic e Cella rimette la testa avanti e sul 6-10 rientra Sylla. Aelbrecht riprende la parità sul 11-11. Domina l’equilibrio, spezzato da un attacco di Gennari per il 20-18. Poi ci pensa ancora Barun, ma Partenio firma il 24-24. Muro di Gennari per il 25-24 e di nuovo Partenio per il 25-25 e al 26-25, mentre tocca a Wilson il 27-25 che porta Vicenza in vantaggio.

La Foppapedretti fatica a scuotersi e si ritrova sotto 7-13, poi 10-17. Wilson, Cella e Partenio sono delle spine nel fianco delle rossoblù che provano a reagire con il turno in battuta di Sylla. Un muro di Paggi vale il 15-18, ma Partenio e Popovic tengono le distanze. 17-21: tocca a Barun e Alebrecht tentare l’aggancio, ma risponde di nuovo Partenio. Barun annulla il primo di tre matchball, Partenio firma il secondo per il 25-22 veneto. E Vicenza conquista i tre punti.

Il commento di Katarina Barun: «Merito a Vicenza che ha giocato molto bene. Noi non siamo riusciti a chiudere la partita. All’inizio abbiamo spinto, e non abbiamo fatto lo stesso negli altri tre set. Non si devono cercare alibi, dobbiamo sempre pensare alla prossima partita. Questi punti li abbiamo persi, ora dobbiamo recuperare in fretta e conquistare altre gare. In questo campionato non ci sono partite facili: tutti vanno in campo per vincere».

Domenica si torna al PalaNorda, ma in anticipo di un’ora: la Foppapedretti riceverà il Club Italia.

Il tabellino

FOPPAPEDRETTI BERGAMO-VICENZA 1-3

Parziali: 25-13, 28-30, 25-27, 22-25.

FOPPAPEDRETTI BERGAMO: Mori, Plak 7, Frigo 5, Gennari 9, Cardullo (L), Aelbrecht 12, Paggi 5, Barun-Susnjar 29, Lo Bianco 1, Mambelli n.e., Sylla 6. All. Lavarini.

OBIETTIVO RISARCIMENTO VICENZA: Goliat 1, Kitipova, Lanzini (L), Cella 11, Popovic 10, Carter 12, Partenio 25, Trevisan, Pastorello 1, Wilson 10, Prandi 2, Bisconti (L) n.e. All. Rossetto.

Arbitri: Giorgia Spinnicchia e Omero Satanassi.

Note - Durata set: 20’, 32’, 30’, 25’. Muri: Bergamo 9, Vicenza 7. Battute vincenti: Bergamo 4, Vicenza 3. Battute sbagliate: Bergamo 11, Vicenza 11. Errori: Bergamo 24, Vicenza 29. Spettatori: 1.573 Incasso: 11.224 euro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA