Venerdì 24 Aprile 2009

Voci di mercato: Floccari al Napoli
In arrivo Meggiorini e Paloschi

Un paio di indiscrezioni, per cominciare. Prima: più di un addetto ai lavori è convinto che l'approdo in finale di Coppa Italia della Lazio non cambierà il futuro di Delio Rossi. Che non sarà a Roma (al suo posto Mazzarri o Giampaolo). Al massimo rallenterà di un tantino il divorzio. Il che confermerebbe il Delio in pole per la panchina dell'Atalanta, anche dopo l'impresa laziale in coppa, con Giampaolo, Beretta e Marino a ruota, in ordine non casuale. Seconda: Del Neri è sempre più vicino all'Udinese. Il patron Pozzo vuole cambiare, chi (il dg Leonardi) vorrebbe continuare con Marino farà le valigie (Parma), dunque Marino non resterà (forse torna a Catania). E da Udine dicono che il progetto è lottare per la Champions, dunque i conti tornano.

INTRECCI BIANCONERI
Un'altra voce, sempre da Udine. L'Inter avrebbe offerto ai friulani la sua metà del cartellino di Riccardo Meggiorini per avere Asamoah e Quagliarella. Con Meggiorini che poi comunque verrebbe dirottato a Bergamo. Insomma, un bell'intreccio. Di certo con l'arrivo probabile di Del Neri in bianconero, l'Udinese chiederà Thomas Manfredini e l'Atalanta potrebbe provare a monetizzare. Nei giorni scorsi è stato accostato anche Sergio Floccari ai friulani, ma l'ipotesi resta difficilmente praticabile, sia per i costi (specie di ingaggio, i friulani sono tra i più bassi tra le squadre di medio-alta classifica), sia per l'abbondanza di attaccanti (Pepe andrà forse a Napoli, Quagliarella a Juve o Inter, ma restano Di Natale, Floro Flores, Sanchez, Ighalo è in rampa di lancio, Corradi è già stato preso, in giro hanno Barreto, Paolucci, Sforzini e Foti).
ARRIVA MEGGIO 69 Meggiorini comunque dovrebbe venire a Bergamo. L'Atalanta lo segue da tempo e può prendere la metà del cartellino del Cittadella per 2,5 milioni, restando in comproprietà con l'Inter o con l'Udinese (se andasse in porto l'operazione già detta). Amici dell'attaccante hanno confermato che l'ipotesi Atalanta c'è ed è più gradita al giocatore rispetto ad altre perché gli permetterebbe di restare vicino a casa (è di Isola della Scala, Verona). Meggio che ha scelto come numero il 69 in onore del suo idolo Hayden, può essere uno dei quattro attaccanti in organico l'anno prossimo. Di questi fa parte Doni, ne serviranno altri due.

IPOTESI PALOSCHI
La quarta punta potrebbe essere Alberto Paloschi. Negli ultimi giorni sono salite le quotazioni della giovane punta bergamasca, anche per questioni di costi: arriverebbe in prestito e ha un ingaggio alla portata dei nerazzurri. Il suo agente è Tullio Tinti, che ha ottimi rapporti con la società nerazzurra. Paloschi è in comproprietà tra Parma e Milan, gli emiliani lo terrebbero volentieri anche in A, ma se riuscissero ad arrivare a un attaccante di primo livello potrebbero decidere di parcheggiarlo in prestito dove potrebbe trovare più spazio e l'Atalanta è una società amica. Sarebbe comunque una novità se l'Atalanta decidesse di valorizzare i giovani altrui, anziché quelli fatti in casa (vedi Cisse, Marconi e Tiboni). Con Meggiorini e Paloschi, comunque, mancherebbe poi una prima punta in grado di fare il titolare fisso.

OFFENSIVA NAPOLI
Le voci dell'interessamento del Genoa per Sergio Floccari hanno avuto come prima conseguenza l'accelerata del Napoli che vuole evitare aste. I partenopei restano ancora in pole e mettono sul piatto della bilancia la seconda metà del cartellino di György Garics più un robusto conguaglio (9-10 milioni). Operazione questa che potrebbe andare in porto già ai primi di giugno. Poi il Napoli potrebbe tornare alla carica anche per Luca Cigarini, ma l'Atalanta preferirebbe confermare il regista.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata