Locali sotto il controllo dei carabinieri Violazioni nei bar di Treviglio e Brignano

Locali sotto il controllo dei carabinieri
Violazioni nei bar di Treviglio e Brignano

Anche nelle ultime 48 ore, i carabinieri della Compagnia di Treviglio hanno eseguito controlli «a tappeto» sul territorio per garantire l’ordine e la sicurezza pubblica a 360° gradi.

In particolare a Treviglio, sono stati effettuati controlli sanitari in un bar del centro che è risultato carente sotto il profilo igienico-sanitario (carente manutenzione dell’immobile, servizi igienici sporchi, presenza di muffa sulle pareti, ecc), oltre in violazione della vigente normativa antifumo.

Sono state così contestate violazioni amministrative per circa 3.500 euro e date prescrizioni per la risoluzione delle criticità igieniche rilevate. Inoltre, all’interno del locale sono stati trovati anche 3 stranieri clandestini sul territorio nazionale, due egiziani ed un marocchino. Nei loro confronti è quindi scattata la denuncia penale a piede libero e avviata la procedura di espulsione amministrativa tramite l’Ufficio Stranieri della Questura di Bergamo.

Controlli in un bar anche a Brignano Gera d’Adda: è stato eseguito un controllo amministrativo sanitario presso un bar del centro, riscontrando in questo caso la presenza di telecamere di video-sorveglianza non autorizzate e quindi in violazione allo Statuto dei Lavoratori. Rilevate anche alcune carenze gestionali, in conseguenza delle quali sono state imposte delle prescrizioni, tra cui quella più importante il ripristino dell’acqua calda assente appunto nel locale. Previste contestazioni pecuniarie amministrative per alcune migliaia di euro.

Controlli antidroga invece a Verdellino: è stato denunciato a piede libero per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti un 32enne marocchino clandestino sul territorio nazionale. All’uomo sono stati trovati 4 grammi di cocaina suddivisi in 4 monodosi, nonché denaro contante riconducibile all’attività di spaccio. Nei suoi confronti è scattata anche la procedura dell’espulsione amministrativa tramite l’Ufficio stranieri della Questura di Bergamo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA