Bariano, il Comune non ce la fa più Contro i furti assolda i vigilantes

Bariano, il Comune non ce la fa più
Contro i furti assolda i vigilantes

Una decisione presa dopo i continui furti e una decisione forte per contrastare un comportamento criminale sempre più esasperante.

«È il furto il reato più odiato dagli italiani perché viola l’intimità della casa. I politici bergamaschi, di ogni schieramento, dovrebbero esserne coscienti. Eppure non stanno facendo nulla perché a livello legislativo si affronti questo grave problema». È lo sfogo a cui il sindaco di Bariano Fiorenzo Bergamaschi (nessuna tessera di partito in tasca) si è lasciato andare a causa dell’esasperazione legata all’escalation di furti nel suo paese. Escalation registrata, a dire del primo cittadino, soprattutto nelle ultime due settimane nonostante, proprio dall’inizio di novembre, a Bariano siano iniziati due servizi di pattugliamento di vigilanza privata per incrementare il controllo del territorio.

Uno è stato istituito dall’amministrazione comunale insieme agli altri Comuni membri del Corpo di polizia locale Terre del Serio: prevede, per un costo di circa 9 mila euro in tre mesi, un pattugliamento da parte di guardie giurate dalle 17 alle 22. Il secondo, del costo di circa 5 mila euro in quattro mesi, è stato istituito solo da Bariano e prevede che la presenza delle guardie giurate vada oltre, dalle 22 alle 6, comprendendo così anche tutta la notte.

Bergamaschi spera che il suo sfogo venga condiviso da molti altri sindaci della Bergamasca. E che tutto ciò porti poi alla formulazione di un’azione condivisa che spinga i politici bergamaschi, di ogni schieramento, a interessarsi della problematica.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 13 novembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA