Caravaggio, maxi tir fa strage di cartelli L’appello: chi ha visto si faccia avanti

Caravaggio, maxi tir fa strage di cartelli
L’appello: chi ha visto si faccia avanti

Il Comune cerca testimoni per risalire al carico eccezionale che ha messo a soqquadro la cartellonistica sull’ex statale 11.

Un trasporto eccezionale ha messo a soqquadro, a Caravaggio, la cartellonistica stradale sulla ex statale 11, nel tratto che attraversa l’abitato. Intenzione del Comune è chiedere il rimborso dei danni. Il problema ora è capire chi sia stato.

Un sospetto c’è già: si potrebbe trattare del super tir che durante le festività natalizie è stato visto passare fra i paesi della Bassa. Servono, però, prove oggettive per imputare la responsabilità dei danni e chiederne il relativo rimborso. Da qui l’appello della polizia locale: «Se c’è qualcuno che ha visto qualcosa si faccia avanti» afferma la comandante Cristiana Vassalli, impegnata in questi giorni a fare la conta dei danni di cui ci è si è accorti solo nei giorni scorsi per il vento forte. A causa delle folate, infatti, alla polizia locale sono arrivati segnalazioni di cartelli presenti su alcune rotatorie lungo la ex statale 11 caduti a terra. Intervenuti a verificare, gli agenti hanno subito compreso che si trattava di segnali stradali spostati per far passare un trasporto eccezionale, pratica consentita dalla normativa in materia che però prevede pure che debbano poi essere riposizionati in modo adeguato. Il Comune è già intervenuto per consolidare tutta la cartellonistica stradale. E ora ha intenzione di chiedere il rimborso dei danni. Nel provare di chi sia la responsabilità non potrà però contare sul sistema di videosorveglianza comunale. Il super tir è passato per Caravaggio subito dopo Natale e le immagine che ne riprendono il passaggio sono già state sovrascritte, essendo trascorsi più di 7 giorni.


Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo dell’8 gennaio

© RIPRODUZIONE RISERVATA