Case Aler, premiate otto inquiline virtuose Per tre anni non pagheranno l’affitto

Case Aler, premiate otto inquiline virtuose
Per tre anni non pagheranno l’affitto

Iniziativa della Regione: in Lombardia ne beneficeranno 5.005 persone che abitano in case di edilizia popolare da almeno dieci anni, che sono sempre state in regola con i pagamenti e che rientrano nella fascia di protezione.

«È partita oggi, a firma congiunta Regione Lombardia e Aler, la lettera che informa oltre 5.000 inquilini over 70, che abitano in case di edilizia residenziale pubblica Aler, della sospensione del pagamento dell’affitto». Lo comunicano il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, e l’assessore alle Politiche sociali, abitative e disabilità, Stefano Bolognini. «Un provvedimento – commenta il presidente della Regione Lombardia – atteso e previsto dalla nostra azione di governo. In questo modo proseguiamo nelle politiche di sostegno alle fasce deboli, premiando chi rispetta le regole pur vivendo magari in situazioni di difficoltà».

«La misura – spiega l’assessore alle Politiche abitative – decorre dal 1° gennaio 2019 e consiste nella sospensione temporanea del canone di locazione per un periodo di tre anni, sino al 31 dicembre 2021. Per questo la Regione ha stanziato, per il 2019, un contributo di 4.474.044 euro per i 5.005 beneficiari. A questo seguirà, nei due anni successivi, un ulteriore stanziamento di circa 12 milioni di euro. L’eventuale canone di locazione pagato nel periodo gennaio-marzo 2019 sarà scomputato dalle spese per i servizi». Tra i beneficiari ci sono anche otto bergamaschi, o meglio otto signore bergamasche: sei residenti in città, una a Caravaggio e un’altra a Treviglio, tutte nate tra il 1915 e il 1922.

«Siamo molto soddisfatti – aggiunge l’assessore alle Politiche sociali – per questo risultato che premia, come annunciato nel programma del presidente della Regione, gli inquilini over 70 in regola col pagamento del canone e dei servizi nell’ultimo quinquennio, assegnatari di un alloggio pubblico da almeno dieci anni e che rientrano nella fascia della protezione».


© RIPRODUZIONE RISERVATA