Controlli antidroga nella Bassa La Polizia scopre eroina e cocaina

Controlli antidroga nella Bassa
La Polizia scopre eroina e cocaina

Negli ultimi giorni la Polizia di Stato ha ripreso i controlli straordinari nella zona della Bassa Bergamasca per prevenire il fenomeno dello spaccio e del consumo di droga.

In particolare oltre ai servizi continuativi giornalieri delle Volanti di turno il personale del Commissariato di Treviglio, unitamente alla Polizia Locale di Treviglio con unità cinofila, la Polizia Locale Terre del Serio e con l’ausilio dell’R.P.C.L. (Reparto Prevenzione Crimine della Lombardia con sede a Milano) ha effettuato controlli dove sono stati segnalati spaccio e consumo di stupefacenti.

Nei pressi del sottopasso dell’autostrada Bre.Be.Mi nel Comune di Bariano, sono stati bloccati a bordo di un’autovettura un uomo ed una donna assidui frequentatori della zona. Da un approfondito controllo con l’unita cinofila si rinvenivano occultate nell’abitacolo alcune dosi di cocaina e 2.000 euro provento dello spaccio effettuato in loco. Accompagnati al Commissariato venivano fotosegnalati ed identificati per Z.E.M. 21enne cittadino marocchino e D.M. 32enne cittadina marocchina, con precedenti specifici. Venivano quindi denunciati all’Autorità giudiziaria per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti. Lo stupefacente e il denaro venivano posti sotto sequestro.

Sulla strada provinciale 101 nel Comune di Romano di Lombardia è stata poi bloccata un’altra auto il cui conducente risultava in possesso di alcune dosi di cocaina ed altre di eroina. Accompagnato in Commissariato veniva fotosegnalato ed identificato per un 34enne cittadino italiano. Essendo lo stupefacente per uso personale veniva quindi segnalato in Prefettura quale assuntore di stupefacenti e lo stupefacente sequestrato.

Nel corso dei controlli sempre nella stessa zona è stata poi bloccata un’altra autovettura il cui conducente risultava anche lui in possesso di alcune dosi di cocaina ed identificato per un 31enne cittadino italiano, anche lui poi segnalato in Prefettura quale assuntore di stupefacenti.

Nel corso del servizio venivano effettuate anche alcune perquisizioni domiciliari alla ricerca di sostanza stupefacente, in particolare in una di queste, sita nel comune di Bariano, durante il controllo all’interno di un appartamento l’unità cinofila segnalava la presenza di qualcosa all’interno del televisore della sala. Dopo aver proceduto a smontare con cura il pannello posteriore si rinveniva all’interno un panetto di hashish.

La persona interessata risultava essere già agli arresti domiciliari disposti dal tribunale di Cremona per precedenti specifici e veniva nuovamente denunciata per detenzione ai fini di spaccio di stupefacente con la richiesta di aggravamento della misura in carcere. Dagli accertamenti risultava identificarsi per G.R. 31enne cittadino marocchino.

Complessivamente nel corso del servizi sono stati controllati 4 esercizi pubblici, 60 persone e circa 100 automezzi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA