Dimenticato un contatore della luce Bolletta da 300 mila euro a Verdello
Un contatore della luce in una foto d’archivio

Dimenticato un contatore della luce
Bolletta da 300 mila euro a Verdello

Una maxi bolletta delle luce da circa 300 mila euro che il Comune di Verdello avrebbe voluto non pagare. Ma che dovrà farlo visto che i conteggi dell’Eni alla fine si sono rivelati esatti.

La questione risale al 2015 quando in municipio era arrivata una bolletta da 298 mila euro per il consumo di energia elettrica dell’illuminazione pubblica dal 2011 al 2015. «Impossibile, dev’esserci un errore» aveva subito pensato il sindaco di allora della Lega Luciano Albani. L’amministrazione comunale aveva così deciso di dare mandato a un perito e a un avvocato di fare tutte le verifiche del caso. «Alla fine - spiega l’ex sindaco - si era scoperto che l’Eni si era praticamente dimenticata di un contatore. È per questo motivo che per cinque anni non ci aveva mandato la relativa fattura. I conteggi, però, alla fine erano risultati regolari e così ci siamo visti costretti ad accettare di pagare la bolletta. Almeno, però, eravamo riusciti ad ottenere una rateizzazione del debito».

Di questa fattura la precedente amministrazione comunale è arrivata a pagare entro la fine del suo mandato circa 140 mila euro. La rimanenza di circa 160 mila euro dovrà essere saldata da quella attuale, non senza malumori.


Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 1° agosto

© RIPRODUZIONE RISERVATA