Nell’auto 7 mila dosi coca: preso Il carico  valeva 300 mila euro
La Guardia di Finanza di Treviglio

Nell’auto 7 mila dosi coca: preso
Il carico valeva 300 mila euro

Verdellino, arrestato dalla Guardia di Finanza un marocchino di 36 anni. A insospettire i militari una «manovra» con l’auto.

Ha cercato di sfuggire all’attenzione degli uomini della Guardia di finanza di Treviglio, allontanandosi dalle loro pattuglie, ma proprio questa «manovra» ha attirato i loro sospetti e lo ha fatto finire in manette per detenzione ai fini di spaccio di cocaina. Protagonista della vicenda, domenica in pieno pomeriggio a Verdellino, M. E. K., marocchino di 36 anni, domiciliato a Trezzo sull’Adda (Milano) e con un precedente specifico risalente a qualche anno fa: nella sua auto i militari hanno scoperto oltre un chilo di cocaina. Ieri mattina, assistito dall’avvocato Michele Coccia, il maghrebino è stato processato in direttissima davanti al giudice Massimiliano Magliacani e per lui si sono aperte le porte del carcere di via Gleno a Bergamo: troppo ingente il quantitativo, che secondo il giudice - come evidenziato nell’ordinanza di convalida dell’arresto - sarebbe più che sufficiente per preparare circa settemila dosi, per un guadagno stimabile in quasi 300 mila euro. Il processo, su richiesta del difensore e in attesa anche delle analisi, è stato poi aggiornato al 26 settembre.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 9 agosto

© RIPRODUZIONE RISERVATA