La droga nel vano scale per spacciarla Raffica di arresti e denunce nel weekend

La droga nel vano scale per spacciarla
Raffica di arresti e denunce nel weekend

Raffica di arresti e denunce nel fine settimana con i carabinieri della Compagnia di Treviglio che hanno effettuato controlli sul territorio del Bassa Bergamasca.

A Brembate un uomo di origine marocchina e di 24 anni è stato arrestato su ordine di carcerazione. Lo straniero, clandestino, dovrà espiare 7 mesi e 27 giorni di reclusione quale residuo pena per reati contro il patrimonio (furti aggravati commessi nel 2014 nella Bassa Bergamasca) mentre a Dalmineè stato arrestato e sottoposto a detenzione domiciliare un 30enne rumeno pregiudicato. L’uomo dovrà scontare due mesi e mezzo circa di reclusione quale residuo pena per un furto aggravato commesso, nel lontano 2007, in provincia di Bergamo.

Sempre a Dalmine è stato denunciato in stato di libertà per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti un 18enne brasiliano, regolare sul territorio nazionale. I militari hanno recuperato 20 grammi di cocaina e un bilancino digitale di precisione all’interno di un contatore elettrico posto nel vano scale del condominio dove il giovane abita con la propria famiglia, accertando così che era stato proprio il 18enne ad occultare la droga, pronta probabilmente per essere spacciata. La sua posizione è ora al vaglio della magistratura bergamasca.

Altro intervento a Calcio: i carabinieri hanno denunciato in stato di libertà per guida in stato di ebbrezza alcolica e rifiuto di sottoporsi all’alcoltest un 32enne marocchino residente nella Bassa Bergamasca. Lo straniero, dopo essere stato fermato ad un posto di controllo, è risultato in stato di alterazione psico-fisica derivante dall’abuso dell’alcol, rifiutandosi però di sottoporsi al relativo accertamento. Oltre al deferimento alla magistratura, gli è stata ritirata immediatamente la patente di guida, nonché decurtati 20 punti.

Sempre per guida in stato di ebbrezza i carabinieri sono intervenuti a Palosco: denunciato un 27enne italiano residente nella Bassa Bergamasca. Il giovane, dopo essere stato fermato ad un posto di controllo, è risultato positivo all’alcoltest. Oltre al deferimento alla magistratura, gli è stata ritirata immediatamente la patente di guida, nonché decurtati 10 punti, mentre a Lurano i carabinieri hanno denunciato in stato di libertà un marocchino 28enne per uso di atto falso. Lo straniero, durante un ordinario controllo del territorio, è stato trovato in possesso di un documento di guida falso. Oltre al sequestro penale del titolo contraffatto, il magrebino è stato deferito alla magistratura.

© RIPRODUZIONE RISERVATA