«Le Acciaierie»: sul tavolo la spesa per radere al suolo il centro commerciale
L’ex centro commerciale «Le Acciaierie» di Cortenuova

«Le Acciaierie»: sul tavolo la spesa
per radere al suolo il centro commerciale

La proprietà ha dato mandato per valutare i costi di demolizione: così più percorribile la vendita dell’area a Cortenuova.

L’ex centro commerciale «Le Acciaierie» di Cortenuova potrebbe essere abbattuto a poco meno di 15 anni dalla sua apertura risalente al 15 marzo 2005. Gli attuali proprietari (la finanziaria Intesa San Paolo Provis e, in quota minore, le banche Unicredit, Mps e il gruppo della grande distribuzione Bennet che aveva aperto al suo interno un supermercato) hanno commissionato al Politecnico di Milano uno studio (la cui presentazione è attesa per fine novembre) per valutare come riqualificare la gigantesca struttura chiusa, con i suoi 175 negozi, dal novembre 2014.

Già escluso che possa tornare a essere un centro commerciale (si ritiene, infatti, che non abbia un sufficiente bacino di utenza), cosicché l’unica via giudicata percorribile è quella di trasformarla in un centro logistico. Non è certo però che la struttura dell’ex centro commerciale, giudicata ai tempi avveniristica innanzitutto per la sua gigantesca cupola, venga mantenuta. L’unica parte ritenuta indispensabile e di valore nell’ottica di uno sviluppo futuro è la piastra di cemento su cui sorge e, in particolar modo, i piani sotterranei adibiti a parcheggio.


Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 1° novembre 2019.

© RIPRODUZIONE RISERVATA