Masano, va a far visita ai genitori Falegname stroncato al cimitero
Stefano Ferrario

Masano, va a far visita ai genitori
Falegname stroncato al cimitero

Era andato al cimitero a far visita alla tomba dei genitori, quando è stato colto da un malore che non gli ha lasciato scampo.

Così domenica a Masano (frazione di Caravaggio), è morto Stefano Ferrario, 65 anni, noto falegname, che abitava con la moglie Rita a Castel Rozzone, in via Monte Arera 2. Qui si trova anche il capannone della sua azienda, la «Falegnameria Ferraio Stefano», che conduceva insieme ai suoi tre figli, Damiano, Mirko e Luca di 39, 38 e 34 anni. Lui però era originario di Masano ed è per questo che ogni domenica era solito raggiungere la frazione per salutare al bar gli amici e poi recarsi al cimitero sulla tomba dei genitori. Si trovava proprio qui quando ieri, intorno alle 10.30, è stato improvvisamente colto da un malore: «Un signore – racconta il figlio Luca – era lì vicino, quando ha visto che il papà barcollava, si è avvicinato lui reggendolo. A questo punto mio padre gli ha detto “Non sto bene, non sto bene” dopodiché è crollato a terra».


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 3 luglio 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA