Rientro in treno da incubo per i tifosi Bloccati nella notte a Milano Centrale
I tifosi atalantini in stazione Centrale a Milano (Foto by Magni)

Rientro in treno da incubo per i tifosi
Bloccati nella notte a Milano Centrale

Una quarantina di passeggeri, tra cui i tifosi atalantini di rientro da San Siro, è rimasta bloccata per due ore alla stazione di Milano Centrale. Diretti a Romano hanno dovuto prendere il taxi per tornare a casa.

Una vittoria da sogno, una partita da ricordare. E un rientro da Milano verso Bergamo in treno da dimenticare. Tanto l’Atalanta ha fatto sognare, tanto è stato inquietante il rientro in treno da Milano verso Bergamo. Una quarantina di viaggiatori, in gran parte bergamaschi della Bassa, è rimasta bloccata per oltre due ore alla stazione di Milano Centrale nella notte tra martedì 26 e mercoledì 27 novembre, tra essi alcuni tifosi atalantini reduci dalla vittoria della Dea.

«L’ultimo treno della notte, partenza prevista 0.15 e diretto a Romano (da cui poi si prosegue in bus per Brescia), è rimasto bloccato, prima per un problema all’apertura delle porte poi perché il treno non riusciva a ripartire» racconta un tifoso di rientro da San Siro e dalla partita dell’Atalanta contro la Dinamo in Champions League che voleva tornare a casa a Romano con il treno delle 0.15 di Trenord in partenza da Milano Centrale e con arrivo previsto a Romano all’1.05. Un viaggio, in teoria, di poco meno di un’ora.

«Inutili i tentativi di due tecnici, arrivati dopo un’ora dalla segnalazione del guasto di far ripartire il treno» continua il nostro lettore. «Alle 2.20 il treno è stato soppresso e i viaggiatori invitati ad arrangiarsi o ad attendere un trasporto sostitutivo: a quell’ora l’unica soluzione alternativa è stata prendere un taxi» conclude amaro il tifoso che è giunto a casa a Treviglio alle 3.30 di mercoledì 27 novembre.


© RIPRODUZIONE RISERVATA