Si estende l’area della ricerca Franco ancora non si trova
Avanti con le ricerche di Francesco Boschi

Si estende l’area della ricerca
Franco ancora non si trova

Proseguono le ricerche del fungaiolo disperso da domenica nella zona di Dossena. I soccorritori hanno esplorato anche i pozzi d’aerazione. Nella giornata di mercoledì estesa l’area delle ricerche con l’ausilio degli elicotteri.

Proseguono senza sosta e purtroppo senza novità le ricerche di Francesco Boschi, detto Franco, il fungaiolo di 62 anni di Spirano di cui non si hanno più notizie da domenica. Nonostante il dispiegamento di risorse umane e di mezzi ancora infatti non si trova ancora il pensionato di Spirano che domenica mattina era andato a Dossena con un amico in cerca di porcini.

Martedì sono stati battuti nuovamente alcuni sentieri e altre zone sono state passate al setaccio allargando così il raggio di ricerca. Tutta l’area è coperta da una fitta vegetazione e si teme l’arrivo di una perturbazione che potrebbe compromettere le operazioni di ricerca. «Nel caso verranno battute zone del territorio che non compromettano la sicurezza di tutti i soccorritori – spiega Marco Astori, delegato del Soccorso alpino –: la collaborazione tra tutti gli enti presenti è massima ma, purtroppo, non c’è ancora la buona notizia che tutti vorremmo poter dare».

Martedì sono stati una sessantina i soccorritori impegnati nelle ricerche, che si sono trovati e organizzati nel centro di coordinamento soccorsi allestito in centro al paese: lì infatti c’è la base dove vengono depositate le tracce gps percorse dai soccorritori operativi in zona in modo da ottimizzare i tempi e avere la certezza di perlustrare ogni possibile area. In particolare sono stati presi in considerazione anche i pozzi di areazione delle miniere, mentre dall’alto hanno operato anche i droni del Sapr dei Vigili del fuoco, le cui immagini sono state vagliate a più riprese per individuare elementi utile.

Boschi è scomparso da Dossena domenica verso le 10.15. Alle 7 era partito insieme all’amico Enea per una gita in cerca di funghi. La zona era nota, c’erano già stati, e a breve avrebbero anche cominciato il rientro a casa, ma in località Costa dei Borelli, Franco si è perso. L’ultimo a sentirlo, via telefono, proprio l’amico Enea, al qualche aveva detto che si era perso e cercava di individuare un punto di riferimento. Poi si sono perse le tracce.


© RIPRODUZIONE RISERVATA