Spacciatori aggrediscono i carabinieri Due arresti a Romano e Ciserano

Spacciatori aggrediscono i carabinieri
Due arresti a Romano e Ciserano

Sono stati entrambi arrestati per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali aggravate, i due marocchini irregolari e con precedenti penali, fermati dai carabinieri della Compagnia di Treviglio, nelle ultime 12 ore, durante due distinte operazioni antidroga.

A Romano di Lombardia, i militari hanno arrestato in flagranza di reato un 28enne marocchino mentre stava spacciando una dose di cocaina nei pressi dei binari della stazione ferroviaria. L’extracomunitario, dopo essere stato bloccato e perquisito dai militari, è stato trovato in possesso di alcuni grammi di cocaina ed hashish suddivise in dosi, nonché di denaro contante in banconote di piccolo taglio. Lo straniero si è scagliato contro i carabinieri per evitare l’arresto, procurando a tre militari lesioni lievi. L’uomo, di 28 anni, è stato poi temporaneamente ristretto nelle camere di sicurezza della Compagnia di Treviglio, in attesa della relativa udienza di convalida prevista per la mattinata di giovedì.

A Ciserano, invece, i militari del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Treviglio hanno arrestato un marocchino 42enne, clandestino sul territorio nazionale e con precedenti. L’uomo era tra i palazzoni di via Monaco intento a spacciare quando, alla vista dei militari, è fuggito, prima di essere bloccato dai carabinieri, contro i quali si è scagliato procurando loro lesioni personali guaribili anche in questo caso in alcuni giorni. Anche in questo caso, su disposizione del pm di turno, il 42enne è stato quindi temporaneamente ristretto nelle camere di sicurezza della Compagnia di Treviglio, in attesa della relativa udienza di convalida.


© RIPRODUZIONE RISERVATA