«Striscia» in una discoteca bergamasca «Alcol e droga», il locale contesta-Video

«Striscia» in una discoteca bergamasca
«Alcol e droga», il locale contesta-Video

La trasmissione «Striscia la notizia» di Canale 5 ha realizzato un video in una discoteca bergamasca, tra droga e alcol, con numerosi minori coinvolti. Ma la proprietà contesta: video fatto in malafede.

«Ci è stato segnalato a Bergamo un locale dove sembra regni l’anarchia». È con queste parole che l’inviato della trasmissione televisiva «Striscia la notizia» Max Laudadio apre il servizio intitolato «alcol e droghe ai minorenni» andato in onda mercoledì sera su Canale 5.

Le immagini trasmesse, che mostrano ragazzi, anche minorenni, assumere o pronti a spacciare sostanze stupefacenti, sono state riprese all’interno di un locale di cui, per tutta la loro durata, non verrà mai fatto il nome. Chi l’ha visto l’ha, però, riconosciuto chiaramente: si tratta della discoteca Bolgia a Osio Sopra. E così è subito scoppiata la polemica con la sua proprietà che, per bocca del responsabile artistico del locale Giordano Vecchi, parla di servizio «costruito ad arte e fatto in malafede», annunciando poi azioni legali.

Ecco il video di «Striscia la Notizia»

Il servizio si chiude con un appello di Laudadio «ai proprietari di questi locali che accettano una situazione così incresciosa, perché quello che abbiamo filmato è sotto gli occhi di tutti ed è impossibile che non ve ne siate accorti». Parole che non sono andate proprio giù a Vecchi il quale sostiene che «non esiste nessun locale e, più in generale, nessun posto così affollato dove i controlli sono stretti come da noi».


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 2 giugno

© RIPRODUZIONE RISERVATA