Treni, per i pendolari è il caos Porte rotte, ritardi e cancellazioni

Treni, per i pendolari è il caos
Porte rotte, ritardi e cancellazioni

Tutti salgono in carrozza ma il treno delle 7.02 a Verdello lascia tutti in stazione: porte guaste e pendolari costretti a scendere.

Inizia così la mattinata dei pendolari bergamaschi, martedì 29 gennaio . Andare a Milano da Bergamo sembra un’odissea. «La cosa assurda è stata che il treno delle 7.16 è partito dopo quelle delle 7.32 ed è rimasto fermo oltre mezz’ora a Verdello» spiegano i viaggiatori. E il tutto senza informazioni.

Lo spiega bene anche questo post; «Treno 2604 delle 7,02 per Milano abbandona i suoi passeggeri a Verdello per guasto alle porte del treno (ah, è un Vivalto). Treno delle 7,16 seguente per Garibaldi parte con circa 20 min di ritardo. Passeggeri infuriati perché il 7,32 parte prima senza avviso. Treno delle 7,45 (quello di rinforzo) è desaparecido...».


© RIPRODUZIONE RISERVATA