Treviglio, anziana morta in casa L’autopsia: è stata strangolata
La casa di via Trieste 12 a Treviglio in cui è morta l’anziana di 84 anni

Treviglio, anziana morta in casa
L’autopsia: è stata strangolata

L’autopsia sul corpo di Maria Antonia Lanzeni, la pensionata di 84 anni trovata senza vita a Treviglio nel letto matrimoniale, conferma: è stata strangolata.

L’autopsia sul corpo di Maria Antonia Lanzeni, la pensionata di 84 anni trovata senza vita sul letto matrimoniale di casa a Treviglio martedì 9 luglio, ha rivelato che la donna è stata strangolata. L’esame, per il quale il pm Letizia Ruggeri ha incaricato il dottor Matteo Marchesi ed effettuato nella giornata di giovedì 11 luglio, è stato dunque fondamentale per l’inchiesta: un’analisi esterna del corpo aveva infatti escluso segni di violenza, tuttavia il marito della donna, l’ottantunenne O. G., aveva fatto intendere al personale del 118 che lo soccorreva dopo aver tentato a sua volta il suicidio di avere provocato lui la morte della moglie. L’esame autoptico ha chiarito che l’anziana non è deceduta per cause naturali, come sembrava da una prima analisi e come ritenevano i familiari.

Il marito ottantunenne, O. G., è stato iscritto nel registro degli indagati dal pm Letizia Ruggeri, che nella mattinata di mercoledì 10 luglio ha aperto un fascicolo per omicidio volontario.


Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 12 luglio 2019.

© RIPRODUZIONE RISERVATA