Treviglio, malore mentre era a scuola  14enne ancora in prognosi riservata

Treviglio, malore mentre era a scuola
14enne ancora in prognosi riservata

Sono stazionarie le condizioni della ragazza di 14 anni colpita da un’emorragia celebrale mentre era a scuola, a Treviglio.

Colpita da un malore a scuola, una studentessa di 14 anni, di Treviglio, è stata operata subito venerdì all’ospedale «Papa Giovanni XXIII» di Bergamo per un’emorragia cerebrale che l’ha colpita in mattinata mentre era a scuola, al liceo classico «Simone Weil» di Treviglio.

La ragazza è stata sottoposta a un delicato intervento chirurgico alla testa, per ridurre l’ematoma pressorio che le aveva fatto perdere conoscenza mentre riceveva i soccorsi dal personale medico, all’interno dell’edificio scolastico. Un’operazione riuscita, al termine della quale la giovane paziente è stata ricoverata in Terapia intensiva: i medici mantengono strettissimo riserbo sulla prognosi e per ora non si sbilanciano sugli eventuali tempi di recupero, attendendo l’evolversi del decorso post-operatorio. Per il momento le sue condizioni sono stabili: la giovane è sedata ed è ancora ricoverata in prognosi riservata in Terapia Intensiva.

Erano circa le 10 quando, all’interno dell’ex Filandone di via Botticelli che ospita il liceo classico e linguistico «Simone Weil», confinante con l’istituto superiore Oberdan, la ragazza di Treviglio, che frequenta la classe prima del classico, si trovava in aula per la lezione di inglese in programma alla terza ora. Stava seguendo le spiegazioni della docente quando d’un tratto si è alzata e ha chiesto all’insegnante di poter uscire, per andare in bagno perchè si sentiva poco bene. Ottenuto il consenso, la studentessa ha raggiunto i servizi, all’interno dei quali ha però accusato il malore, mentre era da sola.

Ad accorgersi di quanto accaduto è stata una studentessa di un’altra classe: entrando in bagno ha trovato infatti la 14enne seduta a terra, cosciente, che appunto le ha riferito di stare male. A quel punto la ragazza si è precipitata nell’aula della «collega», avvertendo la professoressa di quello che stava succedendo alla sua alunna. Entrambe hanno poi raggiunto il bagno e vista la situazione hanno allertato la segreteria, che ha fatto scattare le operazioni di soccorso, come da prassi.

La centrale operativa del 112, numero unico d’emergenza, ha fatto intervenire sul posto un’automedica e un’ambulanza, provenienti dal vicino ospedale di Treviglio. La studentessa era cosciente ma lamentava dolori alla testa, rispondendo comunque alle domande del personale medico e infermieristico. Per consentire meglio l’intervento di soccorso, la giovane è stata in seguito trasferita in un’aula vuota, in attesa dell’arrivo dell’eliambulanza, chiamata per il preoccupante evolversi della situazione, culminata con la perdita di conoscenza della ragazzina.


© RIPRODUZIONE RISERVATA