A Palermo scopre di essere positiva La video testimonianza di Elena Cattaneo
Elena Cattaneo

A Palermo scopre di essere positiva
La video testimonianza di Elena Cattaneo

A Palermo aveva contratto il coronavirus ed era stata ricoverata in ospedale. Il video di Elena Cattaneo che racconta il complicato rientro a Bergamo . Il suo grazie al Comune di Bergamo e al Cesvi.

«Grazie al Cesvi siamo tornati in sei: difficile la logistica, ma siamo tornati a casa» spiega Elena Cattaneo.

Facevano parte della comitiva bergamasca che era rimasta bloccata in quarantena in un albergo di Palermo dopo che cinque di loro erano risultati positivi al coronavirus. E, mentre gli altri compagni di viaggio erano rientrati a Bergamo il 10 marzo scorso, le sorelle Elena e Licia Cattaneo, 60 e 62 anni, di Torre Boldone e Villa di Serio, erano rimasta in Sicilia, perché positive al Covid-19 e quindi ricoverate in ospedale.Il 20 marzo, per fortuna, entrambe sono state dimesse perché sono guarite: il tampone ha dato esito negativo.

«Sono contenta di essere guarita e di sentirmi discretamente bene – ci aveva sottolineato Elena Cattaneo al telefono –: eravamo partiti il 21 febbraio per visitare la bella terra di Sicilia, che già avevo visto quattro o cinque volte e me ne ero innamorata. Dopo quattro giorni, una signora del gruppo non si è sentita bene: dall’albergo è stato chiamato il medico ed è stata sottoposta al tampone, risultando positiva al coronavirus. Tutto il nostro gruppo è stato quindi messo in quarantena all’hotel Mercure di Palermo, che non finirò mai di ringraziare».

Cinque giorni dopo anche lei e la sorella, che erano in due camere separate, hanno accusato i primi sintomi: «Ci hanno quindi rifatto il tampone ed è risultato positivo – ripercorre la bergamasca –: avevamo febbre alta, tosse e grande stanchezza. I medici che ci hanno seguito sono stati davvero bravissimi. Voglio elogiare la loro professionalità ben superiore allo standard, ma anche la loro umanità e il modo sempre gentile di approcciarsi a noi, sempre attenti e presenti per ogni nostra richiesta e necessità».

Ora le due sorelle, prima ospiti di una struttura alberghiera di Palermo, sono tornate a Bergamo con altre quattro persone. Il grazie al Cesvi e al Comune di Bergamo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA