A4, dopo le verifiche nessun problema strutturale per il ponte sull’Oglio

Le verifiche strutturali sul ponte della A4 sull’Oglio hanno dato esito positivo: traffico regolare sull’A4.

A4, dopo le verifiche nessun problema strutturale per il ponte sull’Oglio
Le verifiche sul ponte sull’Oglio della A4
(Foto di Il Giornale di Brescia)

È stata ripristinata già all’alba di sabato 17 luglio la circolazione lungo l’autostrada A4 nel tratto tra Ponte Oglio e Palazzolo. La viabilità è tornata dunque regolare dopo un venerdì nero per tutti gli automobilisti e autotrasportatori che si sono messi in viaggio lungo la Serenissima durante le ore in cui la società Autostrade aveva avviato un urgente approfondimento sulla campata nord del ponte sull’Oglio, in territorio di Castelli Calepio.

Ai raggi X era finita giovedì notte la gigantesca infrastruttura, una delle più rilevanti dell’intero panorama stradale lombardo. Durante tutta la giornata di venerdì sono state condotte ispezioni e accertamenti, che Aspi ha fatto svolgere per comprendere se la struttura fosse realmente adeguata alle nuove normative nazionali che disciplinano i viadotti. Il ponte è fortunatamente risultato a norma e sicuro, mettendo quindi in fretta la parola fine alle preoccupazioni.

Nessun pericolo di crollo, quindi, e nemmeno di cedimenti, ma soltanto una verifica doverosa così come ce ne sono state altre da parte di Aspi negli ultimi anni. Del resto, la tragedia del ponte Morandi di Genova è ancora davanti agli occhi di tutti gli italiani. Comprensibili quindi i disagi di venerdì a causa del traffico intenso e delle code; la carreggiata in direzione di Milano era stata chiusa e deviata in una sola corsia sulla carreggiata opposta, ridotta a due corsie. I paesi tra la provincia bergamasca orientale (Grumello, Telgate, Palazzolo) e l’Ovest bresciano hanno subito congestionamenti del traffico nelle vie interne. Nei prossimi mesi Aspi proseguirà gli accertamenti di sicurezza su altre infrastrutture della rete autostradale, ma non ci sono ancora date.

© RIPRODUZIONE RISERVATA