Alpini Bergamo, l’appello del presidente: «Iscrivetevi o fra 10 anni saremo la metà»

Alpini Bergamo, l’appello del presidente:
«Iscrivetevi o fra 10 anni saremo la metà»

Nel compleanno degli alpini, che proprio l’8 luglio festeggiano un secolo di storia, arriva l’appello di Giovanni Ferrari, presidente della Sezione Alpini di Bergamo, la prima in Italia per numero di associati.

«Chi è alpino si iscriva - spiega -. La sezione di Bergamo perde fra i 400 e i 500 iscritti all’anno. Il calo non è determinato solo dal fatto che molti alpini non sono rimpiazzati dalle nuove leve, ma anche per disaffezione, perchè molti fanno fatica a vedere un futuro associativo».

Ecco allora il messaggio del presidente: «Una delle sfide principali è dare fiducia e far capire anche a chi non si interessa che le attività che facciamo sono molteplici. Ecco perchè insisto sul collegamento tra gruppo e la sede: far percepire quello che siamo e che facciamo nella globalità. Se analizziamo i numeri e non creiamo urgentemente una controtendenza fra 10 anni saremo dimezzati»

Si parla spesso di alpini «dormienti», ovvero di coloro che hanno svolto il servizio militare ma non sono iscritti all’Ana.

«Non abbiamo numeri ufficiali ma se tutti dovessero entrare in associazione credo raddoppieremmo le nostre fila. A questo proposito abbiamo elaborato un questionario che invieremo ai capigruppo. In primo luogo dovranno cercare di rintracciare questi alpini, e attraverso le risposte che raccoglieremo vorremmo capire cosa fare per renderci maggiormente attrattivi. I moduli dovrebbero essere distribuiti a novembre. Vorrei però aggiungere che nel nostro futuro vediamo anche la possibilità di far entrare quei ragazzi che stanno portando avanti le esperienze dei campi scuola alpini anche maturate nelle caserme o con le attività di protezione civile» continua il presidente.

Leggi di più su L’Eco di Bergamo dell’8 luglio: 6 pagine di approfondimento in edicola


© RIPRODUZIONE RISERVATA