Arrivano pioggia e maltempo E la Regione lancia l’allarme

Arrivano pioggia e maltempo
E la Regione lancia l’allarme

Avviso di ordinaria criticità dal Pirellone per acqua e vento. Più a rischio la Lombardia occidentale.

«È imminente una prolungata fase di maltempo sul Nordovest, che sperimenterà almeno 5 giorni consecutivi di pioggia»: lo sostiene il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara. «Una bassa pressione persistente su Spagna e Portogallo richiamerà continuamente venti molto umidi e miti meridionali, responsabili di reiterate piogge sulle regioni nord occidentali: stato di attenzione in particolare per Piemonte, Liguria centro-occidentale e Valle d’Aosta, dove entro venerdì prossimo potrebbero accumularsi complessivamente fino ad oltre 250-300mm di pioggia. Piogge abbonanti anche sulla Lombardia occidentale, mentre il Nordest rimarrà ai margini dell’azione ciclonica con precipitazioni più deboli, occasionali e spazio anche per delle schiarite.

«Neve solo a quote elevate sulle Alpi occidentali, mediamente dai 1700-2000m, anche oltre su quelle centro-orientali dove purtroppo si avrà fusione del manto nevoso pure alle quote elevate. Per ora nulla da fare anche in Appennino, con poche precipitazioni ed essenzialmente piovose fino alle alte quote. La situazione rimarrà bloccata almeno fino a mercoledì prossimo, poi il maltempo tenderà ad estendersi anche al resto del Nord e Centrosud, colpendo in particolare però i versanti tirrenici, il tutto accompagnato da un graduale calo delle temperature ma non farà ancora particolarmente freddo» – aggiunge Ferrara. «Segnali di vero inverno si intravedono solo con l’avvio di dicembre, quando masse d’aria più fredda in discesa dal Nord Europa potrebbero raggiungere il Mediterraneo, riproponendo fasi di maltempo, calo delle temperature e neve soprattutto sulle Alpi: quest’ultima potrebbe essere una buona notizia in vista delle aperture degli impianti sciistici».

La Sala operativa della Protezione civile della Regione Lombardia ha emesso un avviso di ordinaria criticità (codice giallo) per gli scenari di rischio idrogeologico, idraulico e vento forte su diverse zone omogenee, a partire dalla serata di oggi, domenica 20 novembre. Si prevede rischio idrogeologico per le zone IM-01 (Valchiavenna, provincia di Sondrio), IM-04 (Laghi e Prealpi varesine, provincia di Varese), IM-05 (Lario e Prealpi occidentali, province di Como, Lecco), IM-06 (Orobie bergamasche, provincia di Bergamo), IM-14 (Appennino pavese, provincia di Pavia); rischio idraulico per le aree IM-04 (Laghi e Prealpi varesine, provincia di Varese), IM-05 (Lario e Prealpi occidentali, province di Como, Lecco), IM-09 (Nodo idraulico di Milano, province di Como, Lecco, Monza, Milano e Varese), IM-14 (Laghi e Prealpi varesine, provincia di Varese); e vento forte per IM-04 (Laghi e Prealpi varesine, provincia di Varese), IM-05 (Lario e Prealpi occidentali, province di Como, Lecco), IM-08 (Laghi e Prealpi orientali, province di Bergamo e Brescia), IM-10 (Pianura centrale, province di Bergamo, Cremona, Lecco, Lodi, Monza, Milano), IM-11 (Alta pianura orientale, province di Bergamo, Brescia, Cremona, Mantova e IM-14 (Appennino pavese, provincia di Pavia).


© RIPRODUZIONE RISERVATA