«Autolinee, paura per mio figlio» La mamma: ora ci sono più controlli

«Autolinee, paura per mio figlio»
La mamma: ora ci sono più controlli

Vi ricordate la mamma che raccontava della sua preoccupazione per il figlio studente che attraversa quotidianamente la zona delle Autolinee e il sottopasso della stazione? Ci ha riscritto.

Proprio lei, dopo l’inchiesta de L’Eco di Bergamo sul degrado e la sua segnalazione e apprensione, ci riscrive per raccontarci cosa è cambiato dopo il suo accorato appello.

«Volevo segnalarvi che mio figlio é un po’ più tranquillo a sapere che girano poliziotti e agenti della guardia di finanza oltre che carabinieri in zona stazione e nel sottopassaggio - racconta -. Questa paura che ha non solo lui, ma anche io come altri ragazzini e genitori deve finire. Vogliamo stare tranquilli quando i nostri figli vanno ed escono da scuola, quando percorrono quella maledetta zona. Ringrazio tutte le forze dell’ordine per quello che stanno facendo per la sicurezza dei nostri ragazzi». Con una richiesta specifica: «Servono più controlli anche all’entrata e all’uscita delle scuole nella zona della Gavazzeni, dove c’è il polo scolastico. Una zona da tenere monitorata: non possiamo vivere con la paura».


© RIPRODUZIONE RISERVATA