Autopsia sul cadavere del lago d’Iseo Indagini estese anche in Bergamasca
Uno scorcio del borgo di Carzano

Autopsia sul cadavere del lago d’Iseo
Indagini estese anche in Bergamasca

Al vaglio le denunce di scomparsa: il cadavere è di una donna di età apparente 40 anni, ma irriconoscibile. La scoperta sabato sera a Carzano di Monte Isola.

Sono estese anche a tutta la Bergamasca le indagini per risalire all’identità della donna trovata cadavere sabato sera nelle acque del lago d’Iseo a Carzano di Monte Isola, nel Bresciano. Il corpo, dell’apparente età di 40 anni, risulta irriconoscibile perché in avanzato stato di decomposizione.

Probabilmente era in acqua da giorni quando, verso le 19, è stato notato da alcuni passanti che l’hanno visto galleggiare e hanno chiamato il 112. Il corpo è stato recuperato dai vigili del fuoco e portato agli Spedali civili di Brescia: qui è in programma l’autopsia.

Sul corpo ci sarebbe una ferita al volto e una, profonda, all’altezza dell’anca, ma non si esclude possa essere post mortem. Non sono stati recuperati i documenti e le ricerche dei carabinieri di Chiari procedono vagliando tutte le denunce di scomparsa presentate negli ultimi mesi nel Bresciano e nella Bergamasca.

Fino a quando non sarà eseguita l’autopsia sarà però difficile risalire all’identità della donna, a meno che non si faccia avanti qualche parente in queste ore. Il corpo potrebbe essere stato trascinato dalle correnti anche per chilometri e provenire dalla sponda bergamasca del lago.


© RIPRODUZIONE RISERVATA