Bassa Valle Seriana, via ai test sierologici  Prelievi gratuiti per tutti gli over 18

Bassa Valle Seriana, via ai test sierologici
Prelievi gratuiti per tutti gli over 18

Prenderà il via, venerdì 26 giugno, con le chiamate ai cittadini e alle cittadine, la campagna sierologica gratuita della Bassa Valle Seriana.

Una campagna voluta da Regione Lombardia, Agenzia di Tutela della Salute di Bergamo e dalle Amministrazioni comunali dell’Ambito 8 Bassa e Media Valle Seriana per dare una risposta concreta, professionale e immediata alla richiesta della popolazione, prioritariamente i residenti nei Comuni di Albino, Alzano Lombardo e Nembro, particolarmente colpita dalla pandemia di SARS-Cov-2.

Il progetto operativo si avvale di un’organizzazione composta da ATS Bergamo; ASST Papa Giovanni XXIII; ASST Bergamo Est; ASST Bergamo Ovest; UTES/Ambito 8 Valle Seriana; dalle Amministrazioni comunali di Albino, Alzano Lombardo, Nembro, Aviatico, Casnigo, Cazzano Sant’Andrea, Cene, Colzate, Fiorano al Serio, Gandino, Gazzaniga, Leffe, Paia, Pradalunga, Ranica, Selvino, Vertova, Villa di Serio e dai Volontari della Protezione civile.

«Obiettivo dell’iniziativa è quello di valutare il profilo immunologico dei cittadini della bassa e media Valle Seriana di età maggiore di 18 anni, offrendo gratuitamente e a titolo volontario test sierologici e tamponi per la ricerca del SARS-CoV2. La Prima Fase, che va dal 1° al 15 luglio, riguarderà i residenti nei Comuni di Albino (17.61411 ab.), Alzano (13.678 ab.), Nembro (11.314 ab.), abbinando ad ogni Comune un punto prelievo in riferimento alle Aziende Socio Sanitarie Territoriali (ASST) localizzate nell’ATS di Bergamo - spiega Massimo Giupponi, direttore generale di ATS Bergamo - La seconda fase, dal 16 luglio al 1° agosto, sarà ampliata ai restanti comuni dell’Ambito 8 – media Valle Seriana (15 Comuni), interessando 53.000 cittadini circa».

Nella prima fase saranno individuate e attivate tre grandi aree (palestre) nei Comuni di Albino, Alzano e Nembro, come centro prelievi per la popolazione residente e quella dei comuni limitrofi. Nella seconda fase il centro presso il Comune di Albino resterà attivo, mentre i rimanenti 2 verranno spostati in ulteriori due collocazioni presso i comuni di Gazzaniga e Leffe, per la cittadinanza della media Valle.

«L’Agenzia di Tutela della Salute ringrazia le tre ASST per la collaborazione fondamentale per la realizzazione di questa iniziativa», conclude il direttore di ATS Bergamo Giupponi.

Le prenotazioni

A partire da domani, venerdì 26 giugno, inizierà la campagna di arruolamento dei cittadini tramite l’Unità per l’emergenza territoriale Covid-19 (UTES) dei Comuni della Val Seriana che ha predisposto un sito web per la prenotazione autonoma e automatica dei cittadini. Si potrà prenotare facilmente anche per i propri congiunti. Successivamente prenderà il via un call center dedicato per le prenotazioni tramite dettatura vocale automatizzata e/o tramite operatore.

www.sierologicovalseriana.it è il sito per la prenotazione.

Per le informazioni i cittadini potranno chiamare il numero unico UTES 035.0266366.

Chi deve sottoporsi al test riceverà via mail, al momento della prenotazione, il modulo di consenso informato per l’esecuzione del test e del tampone, per arrivare all’appuntamento con la documentazione già pronta.

LOCATION DEI CENTRI PRELIEVI

• Alzano Lombardo, dal 01/07 al 15/07, Palasport, Piazza Papa Giovanni Paolo II

• Nembro, dal 01/07 al 15/07, Scuola dell’Infanzia Maria Gritti Zilioli, Via Fra Galgario

• Albino, del 01/07 al 01/08, Scuola Primaria Statale Margherita Hack sede di Desenzano, Via IV Novembre n. 1 (ingresso palestra in Via Ripa)

• Gazzaniga, dal 16/07 al 01/08, Palestra ISIS Valle Seriana – Gazzaniga, Via Don Seghezzi

• Leffe, dal 16/07 al 01/08, Scuola Primaria, Via Locateli 27, Leffe

ESECUZIONE DEI TEST E PROCESSAZIONE DEI TAMPONI

Personale e laboratori delle ASST che hanno in carico la sede

• Alzano – ASST BG EST

• Albino – ASST PAPA GIOVANNI XXIII

• Nembro – ASST BG OVEST

Attilio Fontana, presidente Regione Lombardia: «Quando siamo partiti con lo screening regionale alla fine di aprile avevamo già coinvolto in parte quei territori, che sono tra i più colpiti dal virus. L’indagine che partirà domani ci consentirà di avere una fotografia ancora più dettagliata di come si è diffusa l’epidemia e quali soggetti ha colpito. Riusciremo in questo modo ad ottenere informazioni utili per aggiornare le raccomandazioni per la sorveglianza e ipotizzare modelli operativi per intercettare eventuali nuovi focolai, che ci auguriamo non si verifichino. Ringrazio i sindaci delle amministrazioni coinvolte per il contributo alla predisposizione e realizzazione del programma di screening che consentirà di dare una risposta concreta anche alle richieste della popolazione».

Giulio Gallera, assessore al Welfare Regione Lombardia: «Regione Lombardia ha già effettuato, ad oggi, oltre 550 mila test sierologici che hanno coinvolto cittadini in quarantena, contatti di casi positivi, operatori sanitari e forze dell’ordine. Procederemo in questa direzione coinvolgendo comunità specifiche, come ad esempio i Comuni della bergamasca, per analizzare la diffusione del contagio in modo analitico».

Il sindaco di Albino, Fabio Terzi, il sindaco di Alzano, Camillo Bertocchi, il sindaco di Nembro, Claudio Cancelli e il presidente dell’Ambito, Angelo Merici (a nome dei Comuni dell’ambito): «L’iniziativa risponde a un preciso ed espresso bisogno del nostro territorio che è stato così duramente colpito dalla diffusione del COVID-19 e ha pagato un alto tributo di vite umane. La campagna sierologica si rivolge a tutto il nostro ambito a dimostrazione di una capacità di coesione territoriale delle diverse amministrazioni comunali. Ringraziamo Regione Lombardia, l’ATS della Provincia di Bergamo e le tre ASST (Bergamo Est, Bergamo Ovest, Papa Giovanni XXIII) per le risorse e le energie messe in campo e per il confronto che c’è stato nella messa a punto del progetto a cui abbiamo contribuito attivamente con i nostri tecnici. Il nostro ambito della Media Valle Seriana ha partecipato in modo collaborativo, facendo la sua parte in termini organizzativi e fornendo le risorse umane e materiali necessarie al buon risultato finale».


© RIPRODUZIONE RISERVATA