Bergamo, borseggia una donna in centro Condannata a due anni e  liberata

Bergamo, borseggia una donna in centro
Condannata a due anni e liberata

Una giovane napoletana arrestata nella serata di mercoledì 19 giugno in via Gaudenzi. Si era impossessata della borsa di una signora in un bar: inseguita, ha preso la povera vittima a borsettate. Fermata dagli agenti. Denunciato il compagno.

Arrestata e condannata in meno di 24 ore. È successo tra ieri, mercoledì 19, e oggi, giovedì 20. Sul banco degli imputati una donna di 28 anni, napoletana, presa ieri sera per aver borseggiato una signora di 65 anni in un locale in centro città, in piazza Pontida. La giovane prima si è impossessata della borsa della vittima e poi si è data alla fuga, rincorsa dalla povera derubata, alla quale ha rifilato una borsettata nel tentativo di stoppare l’inseguimento. La fuga però è durata poco, in via Gaudenzi è stata fermata dalle Volanti della polizia e arrestata. Questa mattina è stata processata per direttissima e condannata a due anni di reclusione per rapina impropria. Essendo incensurata, è stata rimessa in libertà. La polizia ha anche denunciato il compagno, suo presunto complice, un uomo di 34 anni. Secondo gli agenti i due si erano già resi responsabili di episodi simili.


© RIPRODUZIONE RISERVATA