Bergamo e Bari insieme con «BÁBELE» Progetto vincente, 220 mila euro dall’Anci
La facciata di Palazzo Frizzoni, sede del Comune

Bergamo e Bari insieme con «BÁBELE»
Progetto vincente, 220 mila euro dall’Anci

L’obiettivo è favorire lo scambio di buone pratiche tra Comuni sui temi delle politiche giovanili, del «riuso» di spazi e dell’innovazione sociale.

Bari e Bergamo si aggiudicano un contributo di 220.000 euro grazie al progetto «BÁBELE. BAri e BErgamo Local Energy», presentato in partnership dai due Comuni al bando «Sinergie» di Anci, Associazione nazionale dei Comuni italiani. Il progetto ha come partner l’Ats barese Spazio13, l’associazione «Maite» che gestisce ExSA – Ex Carcere di Sant’Agata e Hg80 Impresa Sociale.

L’obiettivo del bando pubblicato da Anci è quello di favorire lo scambio di buone pratiche tra Comuni sui temi delle politiche giovanili, del «riuso» di spazi e dell’innovazione sociale e ha previsto la presentazione di proposte progettuali di gemellaggio per lo sviluppo e la diffusione di interventi virtuosi in questi ambiti. Il progetto «BÁBELE» mira a far conoscere e trasferire un modello di governance e una modalità di gestione condivisa di spazi pubblici alla città di Bergamo, utilizzando come spazio di sperimentazione prevalente ExSA, partendo dall’esperienza barese di Spazio13, hub culturale giovanile urbano nato nel 2016 e luogo di sperimentazione culturale e sociale.

Il fine del progetto è quello di definire insieme un modello di governance di un network di spazi pubblici intesi come laboratori urbani giovanili di sperimentazione, contaminazione produzione artistica, culturale e sociale. Il progetto, che avrà la durata di 12 mesi, intende sviluppare un proficuo scambio di buone pratiche tra i Comuni e gli spazi di Bari e Bergamo, coinvolgendo tecnici comunali, operatori e soggetti che gestiscono spazi giovanili e culturali dei due partner attraverso incontri, seminari, workshop e study visit.


© RIPRODUZIONE RISERVATA