Bergamo, iniziati i lavori per il nuovo parcheggio in via Baschenis

Verrà messo in sicurezza anche l’ex distributore.

Bergamo, iniziati i lavori per il nuovo parcheggio in via Baschenis
L’area del nuovo parcheggio in via Baschenis
(Foto di Archivio)

Sono in corso i lavori per la realizzazione del parcheggio di via Baschenis, nell’area tra la via e l’ex mercato ortofrutticolo attiguo alla biblioteca Tiraboschi. L’area, di proprietà comunale e gestita da quasi 50 anni da ATB come area di sosta, necessita un ampio intervento di riqualificazione, visto che negli ultimi anni si è verificato più di un abbassamento della sede stradale, per via di vecchie perdite d’acqua che hanno causato erosione del sottosuolo.

Il progetto prevede la realizzazione di un parcheggio per 71 posti auto, di cui 3 per persone disabili (la normativa ne richiederebbe un numero addirittura inferiore) su un’area di quasi 2700mq, già completamente asfaltata.

«Il parcheggio sarà free flow, come quello dell’ex Gasometro alla Malpensata, vale a dire che non si prevede l’utilizzo di carta, ma ci sarà solo la lettura della targa – spiega Stefano Zenoni, Assessore alla mobilità del Comune di Bergamo – L’intervento non si limiterà alla realizzazione del parcheggio, ma permetterà di attivare nuove rivisitazioni nella zona, come in via San Bernardino e nella zona dell’ex distributore di benzina».

E proprio all’ex distributore di benzina, demolito qualche anno fa e al centro di una lunga trattativa per la messa in sicurezza del sottosuolo, sono partiti i lavori per la bonifica dell’area in vista della realizzazione di una rotatoria che andrà a risolvere i problemi dell’incrocio tra via Previtali, via Baschenis e via San Bernardino. La realizzazione della rotatoria è prevista per il 2022.

«L’investimento deliberato dalla Società Atb – commenta il Presidente Enrico Felli - in accordo con l’Amministrazione Comunale rafforza il ruolo di gestore della mobilità integrata svolto da Atb con la realizzazione di un parcheggio dotato delle più moderne tecnologie che agevolerà l’accesso a zone di sempre più elevata frequentazione, quali Piazza Pontida e il centro della città».

© RIPRODUZIONE RISERVATA