Bergamo, ospedale covid in Fiera Raccolti 800 mila euro, risultato commovente

Bergamo, ospedale covid in Fiera
Raccolti 800 mila euro, risultato commovente

Ana, con Intesa raccolti 800mila per ospedale Covid Bergamo - Associazione Alpini, risultato ben oltre le aspettative.

Aveva l’obiettivo di arrivare a 450 mila euro la raccolta fondi lanciata da Intesa Sanpaolo sul suo sito forfunding.it per contribuire alla realizzazione dell’Ospedale da campo dell’Associazione Nazionale Alpini nella Fiera di Bergamo, ma è andata ben oltre le aspettative raggiungendo i circa 800mila.

L’istututo di credito ha messo di suo 350 mila euro, e si pensava che con la raccolta aperta a tutti ne sarebbero arrivati centomila, invece ne sono arrivati quattro volte tanto, precisamente 450 mila. D i un risultato «commovente» ha parlato il presidente dell’Ana e di Ana Onlus Sebastiano Favero.

«Bergamo è la città maggiormente colpita da quella che si è rivelata essere un’emergenza sanitaria senza precedenti. - ha spiegato Carlo Messina, Ceo di Intesa Sanpaolo - Il nostro contributo alla realizzazione in tempi rapidi dell’Ospedale da campo ha significato portare strumenti e materiali indispensabili a questa struttura, come avviene per altri territori dove è presente Intesa Sanpaolo».

Non si tratta dell’unico intervento per l’emergenza coronavirus della banca che ha dato un contributo di 100 milioni di euro a favore della Protezione Civile, a sostegno delle operazioni nelle zone più colpite in Italia, come la Lombardia.

«Mettere a disposizione la nostra solidità - ha aggiunto Messina - significa tradurre i risultati finanziari in interventi concreti in campo sanitario, sociale ed economico e la Banca insieme al Comune di Bergamo e alla Diocesi contribuisce ai programmi che vanno a beneficio delle categorie più vulnerabili, del tessuto formato da micro e piccole imprese, delle infrastrutture e delle filiere strategiche del territorio di Bergamo, linfa vitale per la rinascita di questo territorio».

«Così come gli artigiani bergamaschi hanno risposto meravigliosamente al richiamo delle penne nere, donando ventimila ore di lavoro per la realizzazione dell’Ospedale nella Fiera, i cittadini hanno, con identico spirito, sostenuto economicamente questa iniziativa, portata avanti in sinergia da Intesa Sanpaolo e Ana. È l’ennesima testimonianza - ha concluso Favero - che serietà, onestà e professionalità degli Alpini vengono sempre riconosciute e premiate. Esprimiamo dunque tutta la nostra gratitudine a Intesa Sanpaolo, che in questi valori si è identificato, raggiungendo con le penne nere un risultato che potremmo definire commovente e che ci sprona a continuare sulla strada dell’impegno solidale».


© RIPRODUZIONE RISERVATA