Bergamo, via Paglia, Novelli e Bonomelli Nel 2019 presidio di 544 ore e 5 arresti
Un controllo della Polizia Locale in via Paglia

Bergamo, via Paglia, Novelli e Bonomelli
Nel 2019 presidio di 544 ore e 5 arresti

Tutti i numeri dell’attività 2019 della Polizia Locale in una zona considerata tra le più sensibili in fatto di sicurezza.

1118 ore di presidio nelle sole via Paglia, Novelli e Bonomelli da parte della Polizia Locale nel 2019: è questo il numero che il viceSindaco e Assessore alla sicurezza Sergio Gandi rende noto nella sua risposta a un’interpellanza presentata su criticità di via Paglia, risposta che dà possibilità a Gandi di sciorinare tutti i dati sui controlli e la presenza nell’area da parte degli agenti del Comune di Bergamo.

«Dal 1 gennaio del 2019 e fino a data odierna, - scrive Gandi - sono giunti presso il comando di Polizia Locale 5 esposti inerenti problematiche di sicurezza urbana, degrado, spaccio e viabilità. Per il periodo sopra indicato (e solo per la via Paglia) il numero di servizi svolti nella zona è stato pari a 459, per un totale di 544 ore di presenza. A questi vanno aggiunti 196 interventi registrati dalla Centrale Operativa di cui 67 per motivi di sicurezza urbana. Agli atti risultano poi anche 8 denunce a piede libero, pressoché tutte relative allo spaccio di sostanze stupefacenti; 5 arresti, tutti per spaccio di sostanze di stupefacenti; 7 segnalazioni alla Prefettura per la violazione all’art. 75 del DPR. n. 309/90 12, nei confronti di assuntori abituali si sostanze di stupefacenti; 1915 sanzioni elevate per violazioni del Codice della Strada; 5 sanzioni per violazione ai Regolamenti Comunali.»

Gandi rende così conto di un’attività costante e che ha dato risultati importanti, visto che via Paglia risulterà (il prossimo 24 gennaio il Corpo di via Coghetti presenterà alla stampa il consuntivo 2019 della propria attività in città) una delle vie in cui la Polizia Locale ha registrato più arresti nell’anno appena concluso.

«Per ciò che concerne le attività commerciali, - prosegue Gandi nella risposta all’interrogazione - sono stati eseguiti in via Paglia controlli specifici all’interno dei negozi etnici e, più precisamente, nel corso del 2019, 17 controlli, cui sono seguite 12 sanzioni (mancanza di etichettatura, mancata esposizione prezzi, insegne abusive, mancato rispetto della delibera di Consiglio Comunale in ordine al decoro delle vetrine, occupazione suolo pubblico non autorizzato). Tra i controlli effettuati, vi è quello eseguito unitamente al personale dell’ATS di Bergamo, che ha portato al sequestro, presso il negozio di via Paglia, 42 - Sweet Heloim di Aka Ama Anne Yvette attività commerciale settore alimentare e non alimentare -, di 85 Kg di carne e 15 Kg di pesce. Una particolare attenzione durante le verifiche, nell’ultima parte dell’anno, è stata riservata all’esercizio commerciale posto al civico 33 di via Paglia (Kebab aperto anche di notte) anche in collaborazione con le volanti della Questura di Bergamo ed il nucleo di Polizia Amministrativa (PASI). Inoltre, l’Amministrazione, dopo aver incontrato alcuni rappresentanti dei residenti e dei commercianti, si è adoperata per intensificare i controlli nella via, aumentando il numero di presidi da parte della Polizia Locale, che effettua servizi pressoché quotidiani, soprattutto nelle ore pomeridiane e serali. Continua, inoltre, in accordo con le altre forze di polizia (Questura e CC), la programmazione e la calendarizzazione dei presidi fissi nella zona nelle ore più delicate della giornata (17.00 – 19.00). A tutt’oggi, questi presidi sono ancora in atto. Sono stati eseguiti e verranno eseguiti, inoltre, servizi mirati con la Guardia di Finanza e la loro unità cinofila».

«Via Paglia, cosi come le vie limitrofe, continuerà ad essere oggetto di una specifica attenzione da parte della nostra Amministrazione e della Polizia Locale, il nostro personale sarà costantemente presente e ad ogni segnalazione verrà data considerazione immediata e tempestiva risposta. Consideri, per concludere, che nelle vie Bonomelli/Paglia/Novelli il monte ore totale di presidio, nel dal 1 gennaio 2019 ad oggi è stato pari a 1118 ore» conclude il viceSindaco.


© RIPRODUZIONE RISERVATA