BergamoScienza al via sabato Apertura con Dolan e McEwan

BergamoScienza al via sabato
Apertura con Dolan e McEwan

Il neuroscienziato e lo scrittore dialogheranno su «Le emozioni tra scienza, cervello e letteratura».

È opinione comune che gli esseri umani siano capaci di prendere decisioni razionali. Spesso, però, lo fanno su presupposti del tutto irragionevoli: in una serie di test si osserva per esempio che molte persone, dopo aver ricevuto in dono 50 sterline, sono più propense ad adottare una strategia di risparmio che consentirebbe loro di mantenerne 20 anziché una per cui ne perderebbero 30, benché l’alternativa sia solo apparente e il risultato lo stesso.

l neuroscienziato Ray Dolan, nato in Irlanda nel 1954, professore dell’University College di Londra, ha studiato a lungo il rapporto –punteggiato da strane «interferenze» – tra la dimensione emotiva e i processi decisionali. Dolan, che già due anni fa era stato ospite di BergamoScienza, prenderà parte insieme a un suo grande amico, lo scrittore inglese Ian McEwan, all’evento di apertura di questa nuova edizione: il tema del dialogo che sabato 6 ottobre alle 17 si svolgerà nell’Aula Magna della sede universitaria di Sant’Agostino è «Le emozioni tra scienza, cervello e letteratura» (il dibattito sarà coordinato da Stefano Cappa, membro del comitato scientifico del festival).


L’intervista a Dolan e due pagine su BergamoScienza acquistando a 0.99 euro la copia digitale del 5 ottobre

© RIPRODUZIONE RISERVATA