Boom di multe stradali ma a pagarle sono in pochi

Boom di multe stradali
ma a pagarle sono in pochi

Gli oltre 8 mila Comuni italiani hanno disposto quasi 2,5 miliardi di multe per la violazione del codice della strada, anche se poi hanno riscosso circa un miliardo.

Negli ultimi 10 anni, segnala la Cgia di Mestre, le multe comminate dai vigili urbani per violazione del codice della strada sono cresciute di quasi l’81%, ma il numero di coloro che le hanno pagate è sceso drasticamente. Nel 2016, ultimo anno in cui i dati sono disponibili, appena il 39% di chi ha ricevuto una contravvenzione ha pagato. Il rimanente 61% manca all’appello e, ipotizza la Cgia, forse lo ha fatto solo in seguito, approfittando dell’introduzione della rottamazione delle cartelle avvenuta in più riprese in questi ultimi 2 anni.

Nel 2016 gli oltre 8 mila Comuni italiani hanno disposto quasi 2,5 miliardi di euro di multe, anche se poi hanno riscosso circa 1 miliardo (38,8%). La situazione delle casse comunali è peggiorata rispetto al 2006 quando a fronte di 1,3 miliardi di multe comminate a onorarle era stato quasi il 60%. Al Sud le paga solo il 27,5%, con punte minime del 23,2% in Campania e del 18,4% in Sicilia. Sale al 34,2% nel Centro, al 42,9% nel Nordovest e al 56% nel Nordest. Le amministrazioni comunali più virtuose sono quelle di Friuli Venezia Giulia (65,2% di riscossione), Provincia Autonoma di Bolzano (74,2%) e, in particolar modo, Molise (74,5%).


© RIPRODUZIONE RISERVATA