California Bakery in crisi? «Non chiude, teniamo duro»

California Bakery in crisi?
«Non chiude, teniamo duro»

«Il punto vendita non chiuderà»: un’affermazione secca quella di Marco D’Arrigo, titolare di California Bakery, la pasticceria che da fine agosto ha sede nell’ex Caffè della Funicolare in Città Alta, che risolleva l’umore dei dipendenti.

Non sarebbe quindi destinata a durare solo cinque mesi l’avventura del locale bergamasco, uno dei dieci punti vendita della nota catena di dolci americani che dal 1995 affollano Milano grazie alla verve imprenditoriale del messinese D’Arrigo.

Del resto i dipendenti della pasticceria sono abituati a lottare: per via di un lungo e travagliato iter burocratico il locale aveva dovuto rimandare l’apertura di ben otto mesi. Per questo alla notizia che lo scorso dicembre C.B. Italy, la società di D’Arrigo, avesse presentato domanda di concordato al tribunale fallimentare di Milano, si era temuto il peggio. Ma dal negozio bergamasco precisano: «Si tratta di una cosa passata, ora stiamo tenendo duro e non è facile, ma siamo fiduciosi e sicuri di farcela».


Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 23 gennaio

© RIPRODUZIONE RISERVATA