Cimitero, basta sosta selvaggia «In via Serassi c’è un parcheggio»

Cimitero, basta sosta selvaggia
«In via Serassi c’è un parcheggio»

Federconsumatori: il Comune lo pubblicizzi o intervenga per regolare diversamente il parcheggio.

Federconsumatori ritorna sull’argomento della sosta selvaggia al cimitero: «Quando gli agenti di polizia locale intervengono a sanzionare chi sosta sul piazzale del Cimitero incurante dei divieti esistenti, scatta la reazione dei multati che li accusano di “accanimento” soltanto per fare cassa a beneficio del Comune. Alcuni dei motivi che i contravventori portano a loro discolpa sono: le automobili in sosta non danno alcun fastidio; così fanno tutti; i parcheggi vicini sono insufficienti».

Il piazzale del Cimitero

Il piazzale del Cimitero

Ma stavolta anche Federconsumatori alza bandiera bianca: «Quando viene chiesto aiuto dai cittadini per compilare i ricorsi contro queste sanzioni ci troviamo nella condizione di non potere intervenire perché le contravvenzioni, nonostante le giustificazioni di chi le ha compiute, sono palesi e le conseguenti sanzioni inconfutabili».

Il parcheggio (vuoto) della vicina via Serassi

Il parcheggio (vuoto) della vicina via Serassi

«A questo punto però il problema della sosta al Cimitero rimane nella sua interezza, specialmente nei giorni festivi. Basta osservare quante automobili sostano sul piazzale nonostante i cartelli segnalino chiaramente il divieto di accesso ai non autorizzati; anche lungo Via Gastoldi dove vige il divieto di sosta. Federconsumatori tempo addietro suggerì agli amministratori di rivedere la regolamentazione della sosta sul piazzale o, per coerenza, di intervenire a fare rispettare il divieto esistente. Nel secondo caso l’amministrazione dovrebbe incentivare e pubblicizzare la possibilità di sosta nel parcheggio adiacente con accesso da via Serassi».


© RIPRODUZIONE RISERVATA