Clarinetto-fisarmonica al «Secco Suardo» Il duo Trovesi Coscia in concerto
Gianluigi Trovesi e Gianni Coscia

Clarinetto-fisarmonica al «Secco Suardo»
Il duo Trovesi Coscia in concerto

Sabato 15 febbraio «La misteriosa musica della Regina Loana», tratto dal romanzo di Umberto Eco.

Sabato 15 febbraio alle 10, nell’ambito della Rassegna di Lezioni Concerti Elisir, XII edizione, all’Auditorium Europa del Liceo «Secco Suardo» di Bergamo si terrà un concerto del duo Trovesi Coscia, clarinetto e fisarmonica. «La misteriosa musica della Regina Loana», tratto dal romanzo di Umberto Eco. Un romanzo tradotto in suoni e musica. L’ingresso è libero.

Pubblicato da «Ecm Records» nel giugno 2019 «La misteriosa musica della Regina Loana» è l’ennesimo album di una duratura collaborazione tra Gianluigi Trovesi e Gianni Coscia. I due acclamati musicisti italiani hanno realizzato questo lavoro dedicandolo completamente alla figura di Umberto Eco, con il quale Coscia ha condiviso momenti di fraterna e sincera amicizia, a partire dagli anni dell’adolescenza in cui sono stati compagni di liceo. Il titolo, che ricalca l’omonimo libro di Eco, indica questo profondo legame. Il libro di Eco si intitola «La misteriosa fiamma della Regina Loana» ed è un romanzo illustrato. Esso si concretizza con i brani che fanno da sfondo al racconto, ovvero quelli del periodo della guerra e immediatamente dopo. È un titolo schiettamente autobiografico, tutto quanto raccontato e descritto nel libro è infatti realmente accaduto a Umberto Eco, che nel romanzo è rappresentato dalla figura del protagonista, Yambo.

L’incontro al Liceo «Suardo» ripercorre con libertà, e con qualche eccezione, i numeri del cd «Ecm», che in effetti, come racconta lo stesso Coscia, sono una «sorta di colonna sonora» dell’autobiografia di Eco, una trasposizione musicale del romanzo del celebre scrittore e saggista. Il musicista Paolo Fresu ha scritto che il duo Trovesi e Coscia «è un’orchestra sinfonica con tutti i colori della musica. Un’orchestra che naviga nei mari del mondo sui battelli dei primi del ‘900 e che raccoglie i profumi e gli umori del mondo. È una musica intelligente e curiosa, colta e popolare, divertente e nello stesso tempo profonda. Proprio come fu Umberto Eco».

Per Umberto Eco, estrapolando le parole dal grande scrittore italiano nelle passate presentazioni dei dischi del duo, «Trovesi e Coscia erano semplicemente dei veri e propri diavoli in musica».Una definizione ideale per definire i due musicisti protagonisti, rari gentlemen.


© RIPRODUZIONE RISERVATA