Conte, stanziati 4,3 miliardi per i comuni In arrivo 400 milioni per i bonus spesa

Conte, stanziati 4,3 miliardi per i comuni
In arrivo 400 milioni per i bonus spesa

Il premier Giuseppe Conte ha parlato alla nazione per annunciare uno stanziamento considerevole ai comuni da utilizzare per chi non ha i soldi per fare la spesa. Non ci sono le condizioni per riaprire le scuole il 3 aprile.

Sabato 28 marzo il premier Giuseppe Conte ha indetto una conferenza stampa in diretta Facebook per un aggiornamento sui provvedimenti che il governo adotterà per combattere l’emergenza coronovirus. Ecco in breve che è stato deciso.

«Ci confronteremo a inizio settimana con gli esperti e confidiamo che ci portino ottime notizie. Noi ci manteniamo sempre vigili per adeguare le nostre valutazioni sulla base delle loro raccomandazioni». Lo dice il premier Giuseppe Conte in conferenza stampa a Palazzo Chigi.

CONTE SUI DATI DEL CONTAGIO. «Oggi abbiamo superato 10mila vittime, un numero che ci colpisce, si allarga la ferita nella nostra comunità nazionale, una ferita che non dimenticheremo». continua il premier.«Oggi, però segnaliamo 1.434 guariti, è il numero più alto, ci confronteremo a inizio settimana con gli scienziati del comitato tecnico scientifico e confidiamo che ci portino delle buone notizie. Ci manteniamo sempre vigili e attenti per adeguare le nostre valutazioni».

400 MILIONI PER BUONI SPESA E CIBO AGLI INDIGENTI.«Con ordinanza delle protezione civile aggiungiamo a questo fondo 400 milioni, un ulteriore anticipo che destiniamo ai comuni col vincolo di destinarlo alle persone che non hanno i soldi per non fare la spesa. Da qui nasceranno buoni spesa ed erogazioni di generi alimentari. Sappiamo che tante gente sta soffrendo ma lo stato c’è»

4,3 MILIARDI DI EURO DI ANTICIPO AI COMUNI. «Ho appena firmato un dpcm che dispone 4,3 miliardi a valere sul fondo di solidarietà dei Comuni. Mi batterò fino all’ultima goccia di sudore, fino all’ultimo grammo di energia per ottenere una risposta europea, forte, vigorosa e coesa. Il nostro obiettivo è assicurare liquidità a famiglie, imprese e lavoratori. E stiamo rivedendo le misure di protezione sociale ampliando le fasce da coprire.Voglio ringraziare tutti i sindaci, le prime sentinelle del territorio, le prime antenne. So in questa fase emergenziale come sono esposti, il vostro aiuto è fondamentale».

SCUOLA CHIUSA OLTRE IL 3 APRILE. «È chiaro che la sospensione delle attività didattiche proseguirà, il termine è il 3 aprile, ma ragionevolmente non c’è una prospettiva di tornare alle attività didattiche. Per la sospensione delle attività produttive è una misura che allo stato non sappiamo, è ancora troppo presto. Inizieremo a lavorarci dall’inizio della settimana, in questo momento non siamo ancora in condizione di definirlo».

Guarda il video della conferenza stampa di Conte.


© RIPRODUZIONE RISERVATA