Corsa per un trapianto a Bergamo per  una bimba ferrarese di 9 anni

Corsa per un trapianto a Bergamo
per una bimba ferrarese di 9 anni

La piccola era in lista per un trapianto di polmone, ma doveva essere a Bergamo entro le 22 di lunedì.

Una corsa contro il tempo per salvare la vita di una bimba di 9 anni. Da Ferrara a Bergamo per un trapianto di polmone, come racconta «La nuova Ferrara» in un articolo di martedì 16 maggio. «La chiamata è arrivata a Ferrara nel primo pomeriggio dal Centro trapianti dell’ospedale Papa Giovanni di Bergamo, uno dei migliori ospedali d’Italia (tra i primi 4 certificati), dove una bambina di 9 anni è da tempo in cura ed è in lista di trapianto di polmone. Proprio per questo motivo, la chiamata era urgente, urgentissima, visto che era stato trovato il donatore e che il trapianto doveva essere eseguito entro le 22 di lunedì sera (per problemi dell’organo che dopo diverse ore non è più trapiantabile)».

«Una corsa contro il tempo, una corsa verso la vita per la piccola che abita alle porte della città: per questo motivo, dopo aver allestito il servizio di trasporto con una ambulanza del 118, è stata necessaria una staffetta delle forze dell’ordine. Prima per scortarla verso l’autostrada (con i carabinieri di Ferrara) e poi una volta verso Bergamo con le autostrade, le varie pattuglie della Polstrada sono state allertate per la staffetta. L’ambulanza è corsa verso l’ospedale dove si trova uno dei centri trapianti più importanti d’Italia, e nell’ambulanza ad accompagnare la piccola la mamma per l’assistenza dovuta e necessaria. La chiamata, dicevamo, è arrivata nel pomeriggio di ieri e subito i carabinieri si sono portati davanti la casa della piccola, in attesa della organizzazione del trasporto. Poi alla partenza dell’ambulanza, la scorta della pattuglia dei carabinieri davanti, per evitare traffico e ostacoli e una volta imboccata l’autostrada, via verso Bergamo, dove l’attendevano i medici dell’equipe. Col controllo delle pattuglie Polstrada allertate per eventuali problemi lungo il percorso».


© RIPRODUZIONE RISERVATA