Cupra Ateca lancia la sfida ai Suv premium

Cupra Ateca lancia
la sfida ai Suv premium

La nuova Cupra Ateca 2020 è sviluppata per offrire le migliori prestazioni nel segmento dei Suv compatti e per lanciare la sfida ai costruttori premium che tradizionalmente presidiano questa parte del mercato.

Grazie a una serie di novità e migliorie, l’appeal di questo modello è destinato a crescere e i clienti avranno, così, la possibilità di mettersi al volante di un’auto che combina la versatilità di uno sport utility vehicle con la guidabilità e la maneggevolezza di un’auto tradizionale ad alte prestazioni. Cupra Ateca vanta un equipaggiamento di serie che comprende, tra l’altro, sedili avvolgenti di tipo bucket, cerchi in lega da 19”, sospensioni Dcc e sterzo progressivo.

L’ampia gamma di equipaggiamenti su richiesta include, poi, una nuova serie di cerchi in lega, colori ed elementi interni, il nuovo volante dedicato con tasto di avviamento del motore e di selezione della modalità Cupra e l’impianto di scarico Akrapovič. Ma la nuova versione non dimentica le sue radici, né le prestazioni e la dinamica necessarie per qualsiasi vettura che si fregi del logo color rame. Il motore 2.0 TSI 300 CV, combinato con il cambio Dsg con doppia frizione a sette rapporti, sviluppa, infatti, potenza ed energia sufficienti per soddisfare gli appassionati delle auto sportive, assicurando nel contempo una guida precisa ed elegante quando serve.

Questo doppio carattere della vettura viene posto in evidenza dalla trazione integrale 4Drive e dalla regolazione adattiva dell’assetto (Dcc), che consente ai clienti di adattare le caratteristiche di marcia in base alle proprie esigenze. Nel contempo vengono definiti nuovi standard dal punto di vista della sicurezza, integrando alcuni dei sistemi di assistenza più innovativi per proteggere i passeggeri dagli incidenti, sia in caso di percorrenza in autostrada, sia durante la guida in città o semplicemente in occasione dell’uscita da un parcheggio. Alcuni esempi: il Pre-Crash Assist è un sistema studiato per preparare la vettura e i passeggeri qualora dovesse verificarsi il rischio di una possibile collisione. I sistemi di bordo agiscono in sinergia: le cinture di sicurezza anteriori vengono pretensionate, i finestrini e il tetto panoramico si chiudono e le luci di emergenza si attivano per cercare di ridurre le conseguenze dell’incidente.

L’Adaptive cruise control predittivo (Acc), invece, è in grado di localizzare la vettura utilizzando i dati GPS forniti dal sistema di navigazione, consentendo la correzione della velocità a seconda della strada da percorrere: curve, rotonde, svincoli, limiti di velocità e centri abitati. Avvalendosi, inoltre, degli input della telecamera anteriore e del riconoscimento della segnaletica stradale, questa tecnologia è in grado di regolare la velocità adattandola in ogni momento ai limiti stradali. La funzione di guida semiautonoma si basa sul Travel Assist: premendo semplicemente un pulsante al volante, il sistema avanzato sfrutterà le informazioni fornite dall’Acc e dal Lane Assist per mantenere attivamente la vettura al centro della corsia e regolarne la velocità in base al flusso del traffico, garantendo così una guida assistita fino a 210 km/h.

Il conducente deve mantenere costantemente sotto controllo il sistema e l’ambiente circostante, tenendo almeno una mano sul volante, al fine di garantire la sicurezza e rispettare i requisiti di legge. Se l’elettronica rileva che il conducente lascia il volante per più di 15 secondi, emette avvertimenti acustici e visivi e interviene con una frenata. Se il conducente continua a non reagire, l’Emergency Assist è in grado di frenare fino all’arresto completo della Ateca. Ma c’è anche l’Exit Assist. In uscita da un parcheggio, la vettura emette un avvertimento acustico e visivo nel caso in cui stiano sopraggiungendo altri utenti della strada, siano altri veicoli sul lato della carreggiata oppure ciclisti o pedoni sul lato del marciapiede. Se necessario, viene avviata una frenata automatica.

E in un mondo sempre più digitalizzato, Cupra Ateca offre un livello di connettività che consente ai clienti di rimanere aggiornati ovunque si trovino, con accesso sia alle funzionalità del proprio smart device all’interno dell’abitacolo sia a specifici servizi on line della vettura. È il punto di incontro tra la strada e la connettività. Sul fronte delle prestazioni, infine, la nuova versione mantiene inalterata tutta la sua grinta con un potente motore 2.0 TSI. Questo quattro cilindri sovralimentato eroga 300 CV (221 kW) di potenza e 400 Nm di coppia, sufficienti per spingere il Suv alla velocità massima di 247 km/h. Abbinato al rapido cambio Dsg con doppia frizione a sette rapporti mostra tutta la sua energia in fase di spinta ed è in grado di passare da 0 a 100 km/h in appena 4,9 secondi. Le prestazioni rese possibili dal motore sono abbinate all’acustica dell’impianto di scarico Akrapovič, che regala a ogni viaggio una colonna sonora da autentica sportiva.


© RIPRODUZIONE RISERVATA