Da domenica  la zona arancione Ecco che cosa si può fare

Da domenica la zona arancione
Ecco che cosa si può fare

Domenica 24 gennaio la Lombardia da zona rossa diventa arancione. Che cosa cambia rispetto alla zona rossa? Ecco tutte le risposte.

Da zona rossa a zona arancione non ci sono grandissimi stravolgimenti nell’allentamento delle restrizioni ma qualcosa di importante cambia. Vediamo che cosa si può fare da domenica 24 gennaio.

La più grande novità è che i negozi sono aperti

- I bar e i ristoranti sono ancora chiusi; è consentito l’asporto fino alle 22;

- I centri commerciali sono chiusi nei giorni festivi e prefestivi ad eccezione dei servizi di prima necessità

- Rimane il coprifuoco, vietato uscire dalle 22 alle 5;

- Non si può comunque uscire dal proprio comune

- il trasporto pubblico deve avere una capienza massima del 50%;

- Piscine, palestre, cinema e teatri rimangono chiusi come i musei.

- Nelle scuole superiori aumenta la didattica in presenza dal 50 al 75%. 

- Nell’area arancione «è possibile recarsi in un altro comune, dalle 5 alle 22, per fare attività sportiva solo qualora questa non sia disponibile nel proprio comune, purché si trovi nella stessa regione. Inoltre è possibile – come in zona rossa – entrare in un altro comune, purché tale spostamento resti funzionale unicamente all’attività sportiva stessa e la destinazione finale coincida con il comune di partenza.

Le domande più frequenti pubblicate sul sito del governo (clicca qui per vederle tutte) spiegano che in zona arancione è consentito spostarsi all’interno del proprio Comune, tra le ore 5.00 e le 22.00, nel rispetto delle specifiche restrizioni introdotte per gli spostamenti verso le altre abitazioni private abitate.

-Gli spostamenti verso altri comuni sono consentiti esclusivamente per comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute;

- È sempre consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione. Dal 16 gennaio 2021 è consentito anche il rientro nelle seconde case anche fuori regione;

- Per quanto riguarda le visite ad amici o parenti, in area arancione è consentito, una sola volta al giorno, spostarsi verso un’altra abitazione privata abitata dello stesso Comune, tra le ore 5.00 e le 22.00, a un massimo di due persone, oltre a quelle già conviventi nell’abitazione di destinazione. La persona o le due persone che si spostano potranno comunque portare con sé i figli minori di 14 anni (o altri minori di 14 anni sui quali le stesse persone esercitino la potestà genitoriale) e le persone disabili o non autosufficienti che convivono con loro.

- C hi vive in un comune che ha fino a 5.000 abitanti è comunque consentito spostarsi, tra le 5.00 e le 22.00, entro i 30 km dal confine del proprio comune (quindi eventualmente anche in un’altra Regione o Provincia autonoma), anche per le visite ad amici o parenti nelle modalità già descritte, con il divieto però di spostarsi verso i capoluoghi di Provincia.


© RIPRODUZIONE RISERVATA