Dalla Bocconi al fitness made in Usa  C’è anche la figlia di Roby Facchinetti
Giulia Facchinetti e Juri Ambrosioni (Foto by (Foto Zanchi))

Dalla Bocconi al fitness made in Usa

C’è anche la figlia di Roby Facchinetti

L’idea arriva dagli Stati Uniti, dove la «private gym» sta avendo un successo crescente. Lezioni di ginnastica personalizzate, con istruttori incaricati di studiare programmi di allenamento mirati, in grado di soddisfare i clienti più esigenti.

La nuova tendenza in fatto di fitness approda a Bergamo grazie all’iniziativa di due giovani bocconiani. Lei, Giulia Facchinetti, 24 anni, figlia di Roby, voce storica dei Pooh, master a Madrid in marketing e comunicazione dopo la laurea e un’esperienza in Gewiss per farsi le ossa. Lui, Juri Ambrosioni, 33 anni, fidanzato di Giulia e ora anche partner in affari e già titolare di una palestra.

La loro «Wellness Boutique» sarà inaugurata il 16 febbraio alla Rotonda dei Mille. Duecentocinquanta metri quadri su due piani, un team di sette istruttori per una decina di discipline di ultima generazione: dal crossfit al pilates, dall’autodifesa Krav Maga alla ginnastica Calosthenics, dalla fisioterapia alla riabilitazione. Lezioni solo su appuntamento («dalle cinque del mattino alle dieci di sera, per poter soddisfare anche i clienti più impegnati») bagno turco e criosauna per chi preferisce il relax alla fatica, un angolo per gli spuntini bio.

«La scorsa estate abbiamo fatto un giro negli Stati Uniti per studiare i maggiori centri benessere di New York, San Francisco e Los Angeles - raccontano Giulia e Juri –. Lì il business del fitness sta prendendo due strade nettamente separate: low cost e lusso. Annullati i livelli intermedi. Noi abbiamo scelto di puntare in alto. Nella nostra palestra, volutamente di dimensioni ridotte, vogliamo che i clienti si sentano coccolati come in una boutique. Gli stessi arredi sono stati pensati da Meritalia con l’obiettivo di rendere il centro elegante e accogliente come un’abitazione privata. Tiziana Fausti ha disegnato per noi le divise degli istruttori e il cliente potrà acquistare abiti da fitness creati in esclusiva».


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 12 febbraio

© RIPRODUZIONE RISERVATA