Decine di migliaia di giovani in città La pace al centro con il Sermig
Come sarà piazza Vittorio Veneto sabato, con il grande palco per il 6° Appuntamento internazionale Giovani della Pace

Decine di migliaia di giovani in città
La pace al centro con il Sermig

I lavori di allestimento in piazza Vittorio Veneto sono già iniziati, ma già da alcuni mesi i giovani del Sermig hanno messo in moto Bergamo e provincia nel segno della pace.

A pochi giorni dall’Appuntamento internazionale dei Giovani della Pace, in programma sabato 11 maggio, l’attesa è grande perché si attende l’arrivo di decine di migliaia di giovani da tutta Italia e delegazioni da diverse parti del mondo. «Basta guerre! Facciamo la pace» è il titolo di questo 6° Appuntamento, che ha già toccato altre città del nostro Paese.

Sabato si parlerà di pace, si incontreranno testimonianze concrete che danno vita alla pace e al bene, ci si impegnerà per la pace. Giovani e adulti insieme. Gli adulti sono gli ospiti speciali, quelli a cui viene rivolto l’invito ad ascoltare le parole dei giovani e ad accogliere il loro grande desiderio di pace. Sabato in piazza ci saranno autorità, rappresentanti delle istituzioni e di tanti ambiti della vita civile chiamati a mettersi in ascolto dei giovani. La giornata di sabato sarà preceduta venerdì alle 20,45 da una veglia di silenzio e preghiera nella basilica di Santa Maria Maggiore in Città Alta. Il tema centrale sarà «Perdono da dare e da ricevere come via per costruire la pace».

Il sabato mattina saranno 15 i diversi luoghi che ospiteranno i «Dialoghi in città», momenti di incontro tra ospiti significativi e i giovani. La formula vedrà l’ospite al centro, intervistato da dieci giovani. Alcuni di questi appuntamenti hanno già esaurito la disponibilità dei posti. Per partecipare a quelli ancora accessibili è necessario iscriversi collegandosi al sito www.giovanipace.org.

Alle 14 le strade della città saranno percorse dalla Marcia della Pace di Felicizia, a cui sono invitati soprattutto i bambini e le famiglie. Dalle 14 giungeranno in piazza anche i giovani partecipanti all’Appuntamento. Ci sarà la possibilità per loro di visitare l’area dei Punti di Pace con i progetti di scuole, oratori, associazioni e gruppi bergamaschi. Per i più piccoli sarà allestita l’area Felicizia. La Tenda della Cultura della Pace, la Tenda Europa e la Tenda Villaggio Globale aiuteranno ad allargare lo sguardo sul mondo.

Dalle 15 dal palco prenderà il via l’incontro, con le testimonianze di tre persone che, dall’orrore della guerra, hanno saputo nella loro vita e con le loro scelte, coltivare la speranza e costruire la pace. Tutti i presenti saranno coinvolti nel gioco «Warld–il prezzo della guerra, la scelta della pace», una grande simulazione sugli equilibri e squilibri internazionali. Non mancheranno la musica e la danza e il racconto delle esperienze dei Punti di pace promosse dai giovani del nostro territorio.


Approfondisci di più l’argomento con due pagine, acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 9 maggio

© RIPRODUZIONE RISERVATA