Delitto di Seriate, l’ex nuora di Tizzani «Lui minacciava Gianna con un coltello»
Antonio Tizzani

Delitto di Seriate, l’ex nuora di Tizzani
«Lui minacciava Gianna con un coltello»

Continua la raccolta delle testimonianze al processo per far luce sulla morte della Del Gaudio.

Nel processo in corso per la morte di Gianna Del Gaudio nella mattinata di martedì 18 febbraio è stata la volta della testimonianza di Erica Messi, 34 anni, ex moglie di Mario, figlio della Del Gaudio e di Antonio Tizzani, il ferroviere 71enne unico imputato al processo per l’omicidio della ex professoressa avvenuto tra il 26 e il 27 agosto 2016 nella loro abitazione a Seriate.

L’ex nuora era solita pranzare e cenare abitualmente con i due coniugi nella loro casa in piazzetta Madonna delle Nevi dove si è consumato anche il delitto della ex professoressa di 63 anni. La donna ha dichiarato che Tizzani era solito aggredire verbalmente la moglie, le tirava i capelli, soprattutto quando beveva qualche bicchiere di troppo e a volte minacciava la Del Gaudio con i coltelli da tavola roteandoli e dicendo «Ti taglio i viveri». L’avvocato chiede alla Messi se il tono era ironico e lei risponde: «Non sempre».

Nella casa degli ex suoceri, ha testimoniato ancora la Messi durante il processo, Tizzani era solito lanciare sedie, telecomandi, battere i pugni sul tavolo e dare spintoni alla moglie. Gianna al culmine delle liti a tavola si ritirava in cucina, lui la seguiva e la spintonava contro le pareti (sempre stando alla testimonianza della Messi).


Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 19 febbraio 2020.

© RIPRODUZIONE RISERVATA