«Diritti dei passeggeri violati» In arrivo sanzioni per Trenitalia e Trenord

«Diritti dei passeggeri violati»
In arrivo sanzioni per Trenitalia e Trenord

Lo riferisce Adiconsum: avvio di procedimenti sanzionatori per violazione delle misure di regolazione sui diritti.

L’Autorità di regolazione dei trasporti ha avviato procedimenti sanzionatori per violazione delle misure di regolazione sui diritti e gli indennizzi dovuti ai passeggeri del trasporto pubblico, in particolare quelli con mobilità ridotta, in materia di abbonamenti e più in generale sulle tempistiche massime per il riconoscimento del diritto all’indennizzo per i quotidiani disservizi. Tra queste società ritroviamo sia Trenitalia spa che Trenord srl.

«Parliamo di temi importanti per i consumatori – sottolinea Mina Busi, presidente di Adiconsum Bergamo –, come gli indennizzi, le norme con riferimento ai diritti dei passeggeri, in materia di abbonamenti e più in generale sulle tempistiche massime per il riconoscimento del diritto all’indennizzo. I pendolari bergamaschi viaggiano troppo spesso come sardine, con ritardi e soppressioni continue. Molti di loro utilizzano il treno tutti i giorni per andare al lavoro, a scuola o all’università. I loro diritti sono troppo spesso violati».

Ora si potrà fare un po’ di chiarezza, si augura l’associazione consumatori di via Carnovali. «È un procedimento nel suo insieme “giusto”, se le Carte dei servizi non rispettano le delibere dell’Autorità in materia di indennizzi. Il risarcimento purtroppo non risolverà il problema dei disservizi quotidiani a cui vanno incontro i nostri cittadini. Le varie denunce fatte ai vari livelli non trovano risposte adeguate. Attendiamo l’esito del procedimento, ma è evidente fin da subito che se gli indennizzi previsti da Trenitalia e Trenord non risulteranno corrispondenti a quelli obbligatori previsti dalle delibere dell’Authority, scatterà il diritto al risarcimento dei passeggeri».


© RIPRODUZIONE RISERVATA