Discoteche, si riapre il 10 luglio Piste da ballo modificate - Il vademecum
Una discoteca in una foto d’archivio: cambiano i comportamenti e le regole

Discoteche, si riapre il 10 luglio
Piste da ballo modificate - Il vademecum

Riaprono le discoteche, la prima serata il 10 luglio nei locali con sale all’aperto. Ascom: i gestori invitano al divertimento responsabile dopo 4 mesi e mezzo di chiusura.

Scatta il conto alla rovescia per la riapertura delle discoteche, chiuse poco dopo Carnevale. Venerdì 10 luglio riaprono in tutta la Lombardia i locali con sale all’aperto. Si torna a «fare serata» dopo oltre quattro mesi, nel rispetto delle regole imposte dall’emergenza sanitaria. Saranno dopo-cena comunque all’insegna del divertimento, con un richiamo a maggiore responsabilità e consapevolezza: «Siamo tra le ultime categorie a riaprire, dopo quasi 140 giorni di chiusura- sottolinea il presidente del Gruppo Gestori sale da ballo Ascom Confcommercio Paolo Visinoni-. Sono stati quattro mesi e mezzo difficili per il settore, in particolare per i costi di affitti, personale e operatori dello spettacolo. È fondamentale ripartire con responsabilità per non annullare i sacrifici di questi mesi. Da parte nostra abbiamo messo in campo tutti gli accorgimenti possibili per garantire la massima sicurezza di tutti, senza rinunciare al divertimento e alla voglia di evasione, che non mancano dopo mesi di lockdown».

Le serate saranno infatti preferibilmente su prenotazione (via App o whattsapp) e con un limite prefissato di partecipanti (con una riduzione della capienza per alcuni locali anche fino al 50%). Grazie all’utilizzo di apposite App, adottate da molti locali, gli utenti potranno dichiarare le loro condizioni di salute, velocizzando l’accesso ai locali (il termoscanner sarà comunque presente nelle discoteche). La maggior parte dei locali ha scelto di affidare a ditte specializzate la sanificazione, oltre a ricordare con appositi cartelli informativi il corretto uso di mascherine e dispositivi di protezione individuale.

Per evitare assembramenti e mantenere il distanziamento, la maggior parte dei locali ha modificato la pista da ballo. È questa una delle principali novità che si vedranno in discoteca: «Per garantire il rispetto delle disposizioni abbiamo posizionato i tavoli nella pista da ballo – continua Visinoni- . Ognuno avrà così il suo tavolo in discoteca, un tempo appannaggio di pochi, e potrà godersi la serata e il proprio drink, servito direttamente dal barman, ascoltando buona musica e magari alzandosi a ballare la hit preferita». La scelta di modificare i locali con arredi- da tavoli e sedie- è stata già adottata con successo in altre regioni e consente di garantire il rispetto della normativa, senza rinunciare del tutto alla voglia di ballare o alla desolazione di trovarsi davanti ad una pista vuota.«Saranno serate dopo-cena di spettacolo e buona musica, diverse da quanto siamo stati da sempre abituati, ma non per questo ingessate- conclude Visinoni-. L’importante è che tutti rispettino le norme per la tutela della sicurezza di tutti. E per evitare che i gestori debbano ritrovarsi a gestire situazioni-limite».

Per ricordare il rispetto della normativa, i locali hanno lanciato la campagna «Divertiti responsabilmente», che rivolge cinque inviti alla clientela. Un vero e proprio vademecum per vivere la discoteca in sicurezza.

•Prenota la tua serata

•Indossa la mascherina

•Certifica- se puoi- il tuo stato di salute con le App messe a disposizione per ridurre l’attesa

•Aspetta il tuo turno al termoscanner

•Goditi musica e drink al tavolo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA